LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
2 giugno 2011

ZAIA, LE POSTE ITALIANE E GLI "SPORTELLI AMICI" Rinascita

Rinascita di giovedì 2 giugno 2011, pagina 12


ZAIA, LE POSTE ITALIANE E GLI "SPORTELLI AMICI"

di Cavallini Alessandro

________________________________________

Zaia, le Poste italiane e gli "sportelli amici" Regione Veneto I farmacisti dissentono sull'accordo tra il governatore e i "portalettere" che include l'invio a domicilio dei farmaci In Italia, purtroppo, non c'è mai limite all'assurdo. Martedì scorso il governatore del Veneto, il leghista Luca Zaia, e Massimo Sarmi, amministratore di Poste Italiane, hanno siglato un accordo quanto meno anomalo: dal prossimo settembre gli "Sportelli amici" degli uffici postali permetteranno di prenotare visite mediche ed esami diagnostici (circa il 66% dell'intera gamma possibile, come rilevato dal governatore) ed i portalettere distribuiranno a domicilio farmaci ospedalieri per chi non possa ritirarli di persona. Ovviamente i farmacisti hanno già espresso il loro più che legittimo dissenso nei confronti di questo progetto. "Quando ho indossato il camice stamattina mi sono sentito come se fosse stato sporcato da qualcuno. Hanno calpestato la nostra dignità", queste le parole di Marco Bacchini, presidente di Federfarma Veneto. "Non possiamo farlo per legge, ma assicuro che, se ci fosse consentito, di fronte ad un fatto così grave chiederei ai colleghi di attuare una serrata delle farmacie", ha poi voluto aggiungere. Nel frattempo i farmacisti hanno anche chiesto un incontro a Zaia, ma ad oggi non hanno avuto alcuna risposta. Eppure la realtà veneta è tale che non sembra per nulla necessaria questa riforma. A Vicenza, Treviso, Verona e Rovigo già da qualche anno le farmacie consegnano referti e prenotano gratis visite e analisi. Ed in alcune zone del Vicentino è già realtà la consegna dei farmaci a domicilio, proprio su iniziativa delle farmacie. Senza scordare la prassi della "distribuzione in conto", cioè la consegna ai pazienti di farmaci ad alto costo che vengono invece riconosciuti ad un prezzo fisso. Federfarma inoltre ricorda che negli ultimi anni si è sempre dichiarata disponibile ad una maggiore collaborazione con la Regione, per realizzare le "farmacie dei servizi" come progettate dal ministro Fazio, ma ora si sente "scavalcata" dall'accordo di Zaia con Poste Italiane. Senza dimenticare, hanno precisato i farmacisti, che nel passato simili progetti si sono sempre conclusi con un fallimento: uno studio nel 2004, una delibera nel 2005 e poi un protocollo nel 2007, "segno che dopo gli annunci poi è difficile passare ai fatti. Le Poste sono in grado di garantire la privacy dei pazienti? Di consegnare i farmaci con gli appositi contenitori? Di avere il frigo per conservarli? Di avere un computer a parte per la gestione dei dati sensibili dei pazienti?". Anche perché nel 1998 la stessa Regione Veneto stipulò una convenzione nazionale che prevedeva che "la dispensazione dei medicinali agli assistiti è riservata esclusivamente alle farmacie". Ecco perché Federfarma ha già minacciato che, se non verranno ascoltate le loro legittime pretese, bloccherà le attività di prenotazioni visite, consegna referti e screening gratuiti come quello al colon retto che è stata condotta in modo massiccio con risultati rilevanti. A questo va aggiunto il fatto che, se il progetto dovesse avere un seguito reale, le poste si troverebbero ad assumere un ulteriore servizio a loro, teoricamente, non spettante. Cosa a cui, purtroppo, negli ultimi anni si sono abituati: vendita di cellulari, ventilatori, libri, dvd, cartoleria ed altro ancora. E così i poveri mortali che devono unicamente spedire una raccomandata si trovano costretti a fare chilometriche code di attesa. Speriamo solo che Poste Italiane ricavi dei bei guadagni da questa iniziativa, così da poter assumere nuovi lavoratori. Questa sarebbe l'unica consolazione possibile.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive