LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
1 giugno 2011

UN TERZO DELL'UMANITÀ SI TROVA IN SOPRAPPESO Italia Oggi

Italia Oggi di mercoledì 1 giugno 2011, pagina 12


UN TERZO DELL'UMANITÀ SI TROVA IN SOPRAPPESO

di Iovine Elisabetta

________________________________________

L'allarme viene dal congresso europeo sull'obesità, che si è svolto a Istanbul: quasi un terzo dell'umanità si porta appresso troppi chili. Sul pianeta 500 milioni di persone adulte sono obese: 200 milioni di uomini e 300 milioni di donne. Altri 1,46 miliardi sono in sovrappeso. Un andamento che preoccupa gli esperti, tanto più che il fenomeno sta esplodendo nei paesi emergenti e che le sue cause sono molteplici: cattiva nutrizione, vita sedentaria, stress, predisposizione genetica. Come se non bastasse, il trattamento medico rimane per lo più inefficace. Ecco perché, afferma Philip James, presidente dell'Associazione internazionale per lo studio dell'obesità (Iaso), occorre intervenire con urgenza. Molto è stato fatto per ridurre il consumo di tabacco, di alcool e di sale negli alimenti, ma in numerosi paesi i problemi provocati dall'obesità potrebbero superare quelli legati al tabagismo. E, se non si interverrà al più presto, la battaglia potrebbe essere persa. Per far sì che gli interventi abbiano effetto, bisogna fare azioni preventive a partire dalla giovane età. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, 43 milioni di bambini di età inferiore a cinque anni erano in sovrappeso nel 2010: gran parte di loro vive in nazioni-in via di sviluppo. Proprio l'esperienza dimostra che è possibile ottenere un cambiamento duraturo nel corso dell'infanzia, a cominciare dai programmi condotti in collaborazione con la scuola: Ci si domanda, poi,  se è meglio intervenire sull'alimentazione o, piuttosto, sulla necessità di fare attività fisica e sportiva. Per quale tipo di popolazione e in quale contesto. Innanzitutto va detto che non mancano iniziative ben strutturate in materia. Per esempio, quella per la sorveglianza dell'obesità nell'infanzia (Cosi): lanciata dall'Oms nel 2005, punta a misurare l'evoluzione del sovrappeso e dell'obesità, delle abitudini alimentari e dell'esercizio fisico tra gli studenti delle scuole primarie in un intervallo biennale. I primi dati sono stati raccolti tra il 2007 e il 2008 in 13 paesi europei, gli altri nei due anni successivi in 17 nazioni. Così è emerso che la Svezia ha scoperto che il 47% dei suoi bambini era in sovrappeso, di cui il 3% sofferente di obesità; il tasso era più elevato nelle piccole città e nelle aree rurali, dove il livello socio-economico è inferiore a quello delle zone urbane. Sul versante operativo, si potrebbe replicare quanto fatto in Francia dal 2004 con il programma Epode, che ha permesso in cinque anni di abbattere del 10% il fenomeno del sovrappeso. Il progetto si propone di educare i bambini a nutrirsi correttamente coinvolgendo insegnanti, medici, associazioni sportive e aziende.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive