LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
3 giugno 2011

UN NUOVO CEPPO. DUEMILA CONTAGI - BATTERIO-KILLER, L'OMS: VARIANTE SCONOSCIUTA Avvenire

Avvenire di venerdì 3 giugno 2011, pagina 7


UN NUOVO CEPPO. DUEMILA CONTAGI - BATTERIO-KILLER, L'OMS: VARIANTE SCONOSCIUTA

di Alfieri Paolo_M

La variante di Escherichia coli che sta causando un'epidemia in Germania e nel nord Europa «non è mai stata vista prima in un focolaio di infezione». E l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), tramite il portavoce Aphaluck Bhatiasevi, a certificare ciò che alcuni esperti già sospettavano. L'Oms è in attesa di nuove informazioni dai suoi laboratori, ma la pericolosità del batterio-killer è confermata dagli esperti cinesi dell'Istituto di genetica di Pechino che hanno esaminato campioni di Dna giunti dall'Europa e che hanno parlato di «un nuovo ceppo di batterio altamente infettivo e tossico» e resistente «ad alcuni tipi di antibiotici». Il ceppo, hanno spiegato i responsabili cinesi, è simile a quello Eaec 55989 che era stato isolato in passato nell'Africa centrale e che causa una forte diarrea. Intanto gli studiosi del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) hanno confermato l'individuazione del ceppo del batterio. L'origine della diffusione del batterio resta tuttavia da determinare, mentre il cibo contaminato sembra il veicolo più probabile. Questo tino di inff7inni sottnlinPa l'Frdr. ci Osserva di solito nei bambini sotto i 5 anni, ma in questa epidemia la grande maggioranza dei casi sono adulti, con più di due terzi donne. In Germania ieri si è registrato il diciassettesimo decesso dovuto all'epidemia, mentre i contagiati sono oltre 2mila, di cui 470 di sindrome uremica emolitica (Seu), la complicazione potenzialmente mortale che colpisce i reni, distrugge i globuli rossi e può colpire il sistema nervoso centrale. Si registrano contagiati anche in altri dieci Paesi: in Svezia sono arrivati a 46, con un morto, in Danimarca a 17. Tre casi sospetti anche negli Usa: le tre persone con i sintomi della grave infezione erano ritornate negli Stati Uniti dalla Germania. In Germania l'ultima vittima è una 84enne in Bassa Sassonia. Il portavoce del ministero della Sanità locale, Thomas Spieker, ha comunicato ieri che il numero delle persone contagiate dal batterio killer è salito a 344, con 80 casi in più rispetto a mercoledì. Stesso quadro allarmante arriva da Amburgo, dove nel giro di 24 ore le persone ricoverate in ospedale sono state 119, facendo salire il numero totale di malati a 668. Anche tre britannici nel Regno Unito e quattro in viaggio in Germania e poi rientrati in Gran Bretagna hanno contratto il batterio incriminato. Tre di loro hanno sviluppato la Seu. La Food Standards Agency (Fsa) britannica ha dichiarato di non avere prove che i prodotti alimentari siano stati distribuiti in Gran Bretapa. Un uomo di 47 anni è invece morto all'improvviso in Francia qualche ora dopo aver mangiato un panino a Saint-Diè. C'è il sospetto di un collegamento con il batterio killer: la vittima ha mangiato un sandwich contenente insalata e pomodori in una tavola calda e subito dopo è stato colto da violenti dolori all'addome, nausea e vomito. I primi risultati dell'autopsia non hanno consentito, per ora, di individuare con certezza la causa del decesso. Intanto il premier spagnolo Jose Luis Zapatero ha protestato duramente con la Germania per i danni economici subiti a causa dell'ini *** Madrid chiede i danni all'Unione per i suoi cetrioli: «Almeno 200 milioni di danni» Anche il Portogallo reclama indennizzi LA MINACCIA ziale attribuzione della diffusione del contagio ai cetrioli spagnoli. Madrid chiede la sospensione del divieto di importazione di verdura prodotta in Spagna, dopo che mercoledì il ministro della Sanità della città-Stato di Amburgo, Cornelia Pruefer-Storcks, ha «assolto» i cetrioli spagnoli. Secondo i calcoli delle autorità iberiche, i danni dovuti alle mancate esportazioni dei vari tipi di verdura ammontano a 200 milioni di euro a settimana. Anche Lisbona, come Madrid, intende chiedere un indennizzo a Bruxelles per i danni subiti dai propri agricoltori. Secondo le organizzazioni agricole portoghesi il crollo delle vendite di verdure in Europa ha già causato un danno per circa due milioni di euro.

L'Escherichia coli (E.coli) è un germe piuttosto comune, che vive nell'intestino di persone e animali. LA NUOVA VARIANTE: è una forma mutante, più virulenta di altri ceppi. Dai primi risultati genetici, il nuovo batterio ha un codice genetico che combina due diversi ceppi piuttosto comuni (l'Escherichia coli entero-aggregativo e l'Escherichia coli enteroemorragico), insieme ad altre componenti genetiche sconosciute. La combinazione ha dato come risultato un batterio molto aggressivo, che rimane più tempo nell'intestino e provoca danni molto più persistenti. Nei casi più gravi, il risultato è la cosiddetta sindrome uremico emolitica, che dà danni anche ai reni e può portare alla morte. L'ORIGINE DELL'EPIDEMIA: caduta l'ipotesi d'accusa iniziale, i cetrioli spagnoli, l'origine dell'epidemia è ancora incerta; secondo gli esperti tedeschi, l'epidemia potrebbe durare «mesi» e forse non si troverà mai «la causa». SINTOMI: diarrea, crampi addominali, malessere e debolezza che, di solito, scompaiono, in 7 giorni; ma nei casi più gravi si verificano complicazioni renali e persino la morte. LE TERAPIE: finora l'unica misura efficiente contro la forma più grave è una rapida dialisi, che però non sempre porta al risultato sperato, soprattutto nelle persone più anziane. Per una qualche ragione non ancora chiarita dai ricercatori, il batterio sembra colpire soprattutto le donne.

LE REGOLE D'IGIENE: coloro che viaggiano in Germania, devono evitare di mangiare cetrioli, lattuga e pomodori e cuocere le verdure. Per tutti vale il consiglio di lavare frutta e verdura; togliere la buccia della frutta; lavarsi le mani regolarmente per evitare il contagio da persona a persona.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive