LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
8 giugno 2011

TRUFFE ALLA SANITÀ, UN AFFARE DA 184 MILIONI Avvenire

Avvenire di mercoledì 8 giugno 2011, pagina 13


TRUFFE ALLA SANITÀ, UN AFFARE DA 184 MILIONI

di Mazza Luca

________________________________________

Semplificare le leggi per snellire le procedure. Aumentare i controlli per ridurre sprechi e inefficienze. Gestire meglio le risorse disponibili prendendo come modello le eccellenze. Il salto di qualità di cui ha bisogno il sistema sanitario nazionale passa necessariamente attraverso queste tre operazioni. Obiettivo finale: evitare una sanità disomogenea tra Nord e Sud, che viaggi a una, due o tre velocità man mano che dal Mezzogiorno si sale lungo lo Stivale. Il convegno "Federalismo in Sanità: legalità ed efficienza", organizzato da Farmindustria, è servito per affrontare il tema della salute cercando di trovare soluzioni possibili alle criticità più urgenti. Negli ultimi quattro anni, ad esempio, cinque Regioni - tutte del Meridione e dove risiede il 38 per cento della popolazione italiana - hanno accumulato il 90 per cento dei disservizi sanitari. Proprio il federalismo, in questo senso, potrebbe rappresentare una potenziale opportunità per migliorare il sistema. Dando più autonomia nella gestione agli enti locali si potrebbe correlare la spesa e la responsabilità di chi la effettua. Il federalismo però, come sostiene il presidente di Farmindustria Sergio Dompé, da solo non può certo bastare. «Occorre superare la logica dell'esclusivo contenimento della spesa farmaceutica, che rappresenta solo il 16 per cento del totale di quella sanitaria, - afferma Dompé - e concentrarsi anche sul restante 84 per cento. Per mantenere gli standard di salute è necessario inoltre garantire un accesso rapido alle terapie innovative». Anche per il ministro della Salute Ferruccio Fazio, la ricetta per migliorare le difficili condizioni di molti ospedali italiani si basa su trasparenza e tecnologia, tenendo comunque sempre d'occhio le spese. «Grazie al piano di rientro - ha detto Fazio - si può arrivare a un risparmio di circa 5 miliardi di euro. Nel nostro sistema ci sono certamente degli sprechi - ha aggiunto - ma resta comunque uno dei migliori a livello europeo». Un'attenzione particolare va però rivolta ai controlli per garantire la legalità. Vanno aumentati, ma anche agevolati se si vogliono ridurre truffe, commercio di farmaci contraffatti e casi di cattiva gestione delle strutture sanitarie. «Nel triennio 2008-2010 - ha annunciato il colonnello Fabrizio Martinelli, responsabile dell'ufficio tutela delle uscite e dei mercati della Guardia di Finanza - abbiamo denunciato all'autorità giudiziaria 7.149 persone e accertato frodi alla sanità pe 184 milioni». Numeri a cui vanno aggiunti quelli forniti da Cosimo Piccinno, comandante dei carabinieri per la Tutela della salute: «Soltanto lo scorso anno nella sanità e nella farmaceutica sono stati effettuati 156 arresti e sono state chiuse per illeciti 498 strutture». I controlli insomma ci sono, come testimoniano queste cifre. Ma potrebbero essere ancora piu efficaci se, come chiedono le forze dell'ordine, tutte le Asl fossero obbligate a presentare dei bilanci conformi. Nel 2010 effettuati 156 arresti e 7mila denunce Farmindustria: tecnologie e federalismo dei servizi le risposte agli sprechi e alle carenze del sistema ***

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive