LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
3 giugno 2011

SBALLO ALL'ONU: "ARRENDIAMOCI ALLA DROGA" - L'ILLUSIONE SINISTRORSA: TOGLIERE LA PENA PER ELIMINARE IL REATO Libero Quotidiano

Libero Quotidiano di venerdì 3 giugno 2011, pagina 1


SBALLO ALL'ONU: "ARRENDIAMOCI ALLA DROGA" - L'ILLUSIONE SINISTRORSA: TOGLIERE LA PENA PER ELIMINARE IL REATO

di Santambrogio Luigi

________________________________________
Buoni tutti a fare i sapientoni così. Buoni tutti a prendere super stipendi da migliaia di dollari e poi sputare sentenze che non costano nulla. Buoni tutti a dire che 50 anni di politiche repressive sulla droga hanno fallito e che dunque sarebbe meglio indirizzarsi verso una liberalizzazione degli stupefacenti, almeno della marijuana e deil'hashish. Già, buoni tutti ma soprattutto bravissimi i grandi papaveri chiamati dall'Onu, funzionari ed ex divi (...) (...) della politica internazionale che a fine carriera trovano sempre il modo di arrotondare la pensione. Ieri, i guru delle United Nation (raggruppati nella Global Commission on Drug Policy) hanno sentenziato che la guerra alla drogaè finita perché non c'è guadagno a sfidare i boss del narcotraffico. Dunque, tanto vale alzare le mani e lasciare che i milioni di ragazzi muoiano in pace. Firmato: l'ex presidente dell'Onu che di questa «politica falli-mentare» è stato uno dei responsabili, cioè Kofi Annan. Ma non solo: nel panel dei proibizionisti pentiti c'è il meglio del firmamento mondiale: dall'ex commissario europeo Javier Solana all'ex segretario di Stato Usa George P. Schultz, dall'imprenditore miliardario e baronetto Richard Bran-son al Nobel Vargas posa e all'ex presidente della Fed Paul Volcker. Insomma, mica gente qualsiasi Che ha buttato i sacrifici di una vita politica per abbracciare tardivamente l'imperativo risorgimentale della «libera droga in libero mercato». Comandamento da sempre caro ai «figli degli fiori», praticato da un ventennio nelle «stanze del buco» tedesche e nei coffee-shop di Amsterdam. I1 loro slogan è tanto efficace quanto fuorvianti «Trattare i tossicodipendenti come pazienti e non criminali». 11 traguardo è una petizione da milioni di firme che verrà presentata proprio alle Nazioni Unite per adottare le conclusioni dei "saggi" della commissione guidata da Kofi Annan. I1 documento approvato è semplice nelle proposte ma mistificante nelle argomentazioni: migliaiadi parole e cifre al solo scopo di offrire dignità a una resa disonorevole. La conclusione è devastante: basta reprimere e punire perché le gang sono invincibili e più forti degli eserciti; si tolgano allora i divieti e le proibizioni perché il commercio criminale si alimenta e trova sempre nuova forza proprio per il fatto di essere combattuto dagli Stati. Meglio liberalizzare e depenalizzare che proibire e contrastare. Lo stesso principio si potrebbe applicare anche alle rapine in banca: per eliminarle basterebbe depenalizzare il furto. Ma così ragionano al Palazzo di Vetro dove a giustificare la disfatta della lotta mondiale alla droga vengono addotti ragioni e motivi del tutto pretestuosi Come la presunta criminalizzazione del tossicodipendente che impedisce «misure di sanità pubblica per ridurre l'Hiv, le vittime dell'overdose e altre pericolose conseguenze dell'uso della droga». Meschina considerazione che scarica così allegramente su fantomatiche colpe etiche e ideologiche le responsabilità materiali dovute alle inefficienze dei sistemi sanitari nazionali. Panzane che mirano a nascondere la vergognosa resa politica degli Stati al narcotraffico ma ancora di più il fallimento culturale ed educativo dell'intero Occidente. Per battere in ritirata e attestarsi sul solo obiettivo o ? ritenuto possibile: «La riduzione del danno». Da ottenere attraverso terapie farmacologiche o sperimentazioni controllate. Come se la catastrofe educativa, sociale e personale di milioni di giovani tossicodipendenti e la necessità del loro recupero alla speranza di vita fossero riducibili solo all'efficacia del «trattamento sanitario». Eppure, i "saggi" questo dicono e scrivono, fino a raccomandare «la sperimentazione di modelli di legalizzazione» attraverso la depenalizzazione delle droghe cosiddette "leggere" e la distribuzione dell'eroina di Stato con le "stanze del buco". Capolinea di ogni diritto e libertà: quella di morire in solitudine e senza recare troppo disturbo alla collettività.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive