LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
3 giugno 2011

PERICOLO PUBBLICO - BATTERIO KILLER, È UNA CORSA CONTRO IL TEMPO Terra

Terra di venerdì 3 giugno 2011, pagina 1


PERICOLO PUBBLICO - BATTERIO KILLER, È UNA CORSA CONTRO IL TEMPO

di Tulli Federico

________________________________________

Pericolo pubblico, Dilaga nel nord Europa l'epidemia di gastroenterite acuta da Escherichia coli. Ha già ucciso 18 persone, contagiandone circa duemila. Ancora ignote le cause Salute In Germania cresce la paura. Tutti i contagi potrebbero essersi verificati nella provincia di Amburgo. Anche le persone che si sono ammalate all'estero avevano soggiornato in quella zona Batterio killer, è una corsa contro il tempo Federico Tulli Circa duemila persone contagiate in Germania. Almeno un centinaio nel resto d'Europa. Di queste, il 30 per cento versa in gravi condizioni. L'epidemia di gastroenterite acuta con diarrea ematica provocata dal batterio Esche-richia coli, continua a diffondersi dalla Bassa Sassonia verso il Continente. E a uccidere. Ieri ad Amburgo è stato registrato il 18esimo decesso in due settimane riconducibile al contagio. Quella di giovedì è stata anche la giornata in cui, finalmente, l'Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, ha individuato il ceppo del batterio killer. Ma questa è l'unica buona notizia. Ancora non è chiaro dove si sia sviluppato il focolaio dell'infezione. Mentre, esperti cinesi che hanno esaminato campioni di Dna giunti dall'Europa hanno parlato di «un nuovo ceppo di batterio altamente infettivo e tossico» e resistente «ad alcuni tipi di antibiotici». Il ceppo, ha spie-gato il responsabile dell'istituto di genetica di Pechino, è simile all'EaEc 55989 isolato in passato nellAfrica centrale e che causa una forte diarrea. A mantenere alto il livello di allarme ha contribuito l'Organizzazione mondiale della sanità. Integrando quanto dichiarato dagli esperti europei e cinesi, un portavoce dell'Oms a Ginevra ha precisato che il ceppo del batterio è «molto raro» e fino a oggi non aveva provocato epidemie. Inoltre, di solito tale contagio si osserva nei bambini sotto i 5 anni, ma in questa epidemia la grande maggioranza dei casi riguardano persone adulte, oltre due terzi delle quali sono donne. Dal canto suo l'Ecdc con una nota emessa dal laboratorio di Stoccolma, ha ribadito che veicolo più probabile dell'infezione sia cibo contaminato da E. coli e che «la fonte della contaminazione è ancora allo studio». Tra le poche certezze c'è la conferma che l'origine dell'epidemia non sia da imputare ai cetrioli provenienti dalla Spagna. E che l'epicentro sia in Germania. Precisamente nella regione di Amburgo. È qui che ieri pomeriggio si è verificato l'ultimo decesso, il 18esimo dall'inizio dell'emergenza. Mentre sono oltre 1.500 le persone che si sono ammalate, comprese 470 che hanno sviluppato la rara sindrome emolitico-uremica, una particolare complicazione ai reni. Ma le autorità sanitarie tedesche temono che nella sola Germania i contagi siano almeno duemila. Aumentano anche i contaminati in altri Paesi: in Svezia sono arrivati a 46, con un morto, in Danimarca a 17. Sono inoltre almeno sette i casi accertati in Gran Bretagna. Tre britannici nel Regno Unito e quattro in viaggio in Germania e poi rientrati in Gran Bretagna hanno contratto il virus E. Coli trasmesso dalla verdura. Lo stesso era accaduto alla persona deceduta in Svezia.

Tre di loro hanno sviluppato la sindrome emolitico-uremica (Hus), una complicazione potenzialmente mortale che colpisce i reni, distrugge i globuli rossi e può colpire il sistema nervoso centrale. La Food standards agency (Fsa) britannica ha dichiarato di non avere prove che i prodotti alimentari siano stati distribuiti in Gran Bretagna. L'Agenzia per la protezione della salute (Hpa) consiglia invece a chi si reca in Germania di non mangiare cetrioli, insalata o pomodori. Ciò che è inusuale secondo l'Hpa, è l'alto numero di casi in cui la gente sviluppa l'Hus. In un'intervista rilasciata all'agenzia Ansa, la direttrice generale alla Sanità della Commissione europea, Paola Testo-ri Coggi, ha invitato a non creare allarmismi: «La situazione è preoccupante per la zona a nord della Germania e non per tutta l'Europa - ha precisato -. Tutte le persone che si sono ammalate vengono da quella zona. Chiunque si deve recare per lavoro nella regione di Amburgo deve seguire regole severe di igiene e fare attenzione a ciò che mangia, mentre nel resto dell'Ue valgono le regole di base». Testori Coggi ha quindi annunciato che lunedì 6 giugno la questione del batterio killer sarà sul tavolo dei ministri Ue dalla Sanità convocato d i ussemburgo. • Gli esperti avvertono: è un ceppo di Escherichia coli «molto raro» che non aveva mai provocato epidemie

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive