LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
1 giugno 2011

PER I PIÙ POVERI NON CI SONO SOLDI PUBBLICI Il Fatto Quotidiano

Il Fatto Quotidiano di mercoledì 1 giugno 2011, pagina 14


PER I PIÙ POVERI NON CI SONO SOLDI PUBBLICI

di Zunini Roberta

________________________________________

PER I PIU’ POVERI NON CI SONO SOLDI PUBBLICI La comunità di Sant'Egidio: "La manovra salvi le politiche sociali" di Roberta Zunini Come gli indiani appoggiavano l'orecchio al suolo per misurare, attraverso le vibrazioni, la distanza del nemico, così la comunità di Sant'Egidio ha misurato - interpretando e incrociando dati Istat, Banca Italia, legge di stabilità - il grado di velocità con cui la povertà arriva nelle case degli italiani.

L'ACCELERAZIONE della caduta nell'indigenza di alcune fasce della popolazione, è stata impressa da tagli "che non fanno rumore bensì molto male", titola il rapporto della comunità di Sant'Egidio, da sempre impegnata nell'assistenza ai poveri. E poiché si tratta di tagli ingenti ai fondi statali di carattere sociale, la manovra finanziaria da 40 miliardi in arrivo, se andasse a toccare questi fondi, produrrebbe il collasso di intere fasce sociali, alla deriva già dal 2008. "Ci auguriamo che la manovra non vada a incidere sulle politiche sociali - spiega Gian Carlo Penza, tra i responsabili del progetto "Viva gli anziani", della comunità religiosa -. Dovesse accadere, provocherebbe un disastro perché questo barile è già stato raschiato del tutto". Questa tipologia di fondi statali, a partire dal 2008, ha avuto un decremento notevole. Secondo il rapporto, che cita come fonte la legge di stabilità, tale riduzione è stata pari al 76,3 per cento solo nell'ultimo anno". Nel prospetto fornito dalla comunità si evince che, in particolare i fondi per le politiche della famiglia, per i servizi all'infanzia, per la non autosufficienza, sono quelli più in sofferenza. In generale il taglio al budget per le politiche sociali è stato più che dimezzato. Si è passati dai 929, 3 milioni di euro del 2008 ai 435,3 del 2010, con una previsione di quasi azzeramento quest'anno: 73,3 milioni di euro. Ma tradotto in vita reale, quanti sono coloro che scontano di più il drastico taglio ai fondi ? Un italiano su quattro, ossia il 24,7 per cento della popolazione, che è ormai a rischio di povertà. Gli anziani sono i più colpiti. "Secondo una ricerca Istat riferita al 2009, è particolarmente grave la situazione delle famiglie composte da una sola persona con più di 65. Dopo due anni dall'istituzione della social card, la tessera di 40 euro per gli anziani e i poveri, che il premier Berlusconi presentò, con gran strepito della stampa di famiglia, come una panacea in grado di risolvere i mali dell'indigenza, quest'anno non è stata rifinanziata. CI SONO PERÒ molte altre voci che scompariranno : "interruzione dell'assegno di cura o sostegni economici per anziani e disabili a Padova, Torino, Roma, Genova, "-cita il rapporto - così come a Palermo, Milano, Roma, La Spezia è prevista l'interruzione dei contributi per l'alloggio". Altro tasto dolente è il costo degli affitti sempre più alto e l'inabissarsi del *** potere d'acquisto di stipendi e pensioni. Due pensioni su quattro hanno un importo inferiore ai 500 euro mensili. Tenendo conto che la soglia di povertà relativa, stimata nel 2009, è pari a 589 euro mensili, si deduce che la metà degli anziani vive sulla soglia della miseria. Soprattutto a questi ultimi ha pensato fin dal 2003 la comunità di Sant'Egidio che con un progetto pubblico , finanziato dalla regione Lazio, ha mostrato come attraverso il semplice monitoraggio attivo telefonico degli ultrasettantacinquenni di alcuni quartieri di Roma, si sia riusciti ad abbattere i ricoveri ospedalieri e nella Rsa. "Telefonando agli anziani con regolare scadenza, siamo riusciti a far sì che i loro problemi venissero risolti in modo diverso rispetto ai ricoveri, che alla comunità costano moltissimo - spiega ancora Penza - ciò significa che i tagli si possono fare ma non indiscriminatamente. Con il progetto "Viva gli anziani" abbiamo permesso alla regione di risparmiare sul costo dei posti letto, della degenza perché il nostro servizio è costato 50 centesimi al giorno, rispetto a un ricovero presso una Rsa che richiede circa 100 euro al giorno". I fondi per le fasce sociali disagiate sono crollati del 76,3 per cento solo nell'ultimo anno

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive