LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
1 giugno 2011

L'OSPEDALE NON SI FARÀ "SONO SPARITI 43 MILIONI " Stampa Torino

Stampa Torino di mercoledì 1 giugno 2011, pagina 67


L'OSPEDALE NON SI FARÀ "SONO SPARITI 43 MILIONI "

di Accossato Marco

________________________________________

Non ci sono più fondi per costruire il nuovo Amedeo di Savoia. Dopo vent'anni di attesa, progetti, varianti, false partenze di cantieri, un documento inviato dal settore Politiche Investimenti della Regione al direttore generale della Sanità, Paolo Mon-ferino, e al commissario del-I'Asl To2, Giacomo Manuguerra, dice che per l'ospedale per malattie infettive «risulta una disponibilità pari a euro O». Zero.

Che fine hanno fatto i 43 milioni di euro stanziati con la legge 135 del '90 per interventi contro l'Aids, e destinati a Torino alla realizzazione del nuovo ospedale di corso Svizzera? «Che fine abbiano fatto non so - allarga le braccia il dottor Manuguerra, che appena insediato, lo scorso gennaio, si era impegnato a portare finalmente a termine una storia infinita -. Ciò che sodi certo è che mi sento preso in giro: se i soldi non c'erano, mi chiedo perché sia stato dato il mandato alla Società di Committenza Regionale di realizzare il nuovo progetto, dopo l'ennesima modifica».

La questione rischia a questo punto di finire sul tavolo di un magistrato, o della Corte dei conti. Dopo vent'anni di attesa inutile, nel dicembre 2010 la Regione aveva già stornato dal bilancio i 6 milioni e mezzo di euro che avrebbe dovuto destinare allo stesso progetto in aggiunta ai fondi statali della legge 135. E nei viorni scorsi - nronrio sulle colonne della «Stampa»- l'assessore regionale alla Sanità, Caterina Ferrero, dichiarò che i fondi non erano persi: «Esiste un problema contabile a livello di bilancio, trattandosi di fondi molto vecchi». Il «problema contabile» - rivela adesso il documento del settore Politiche degli Investimenti che il nostro giornale è in grado di rendere pubblico -è che i soldi non ci sono più. Sarebbero stati messi virtualmente a bilancio («Dalla passata giunta», sottolinea già qualcuno) per altri obiettivi sanitari in un momento di bilanci in profondo rosso. Destinati a chissà che cosa, pur trattandosi di fondi vincolati a un preciso fine: la lotta all'Aids. «A questo punto possiamo chiudere la cartellina del pro- getto, si archivia tutto e si aspettano tempi migliori che forse non arriveranno mai», commenta amaramente il dottor Manuguerra, sorpreso anche lui dalla notizia. «Proprio il mese scorso - ricorda - avevo sollecitato la Scr a dare il via ai lavori, e la Società di Committenza Regionale mi aveva comunicato che era quasi pronto il master plan». Il disegno che avrebbe dovuto veder nascere un ospedale modernissimo da 80 posti letto e due piani «è privo della copertura finanziaria», conclude il documento del Settore Politiche degli Investimenti inviato anche a Monferino. «Pertanto si ritiene che ad oggi non ci siano le condizioni per la procedura di appalto dell'intervento». Addio, nuovo Amedeo di Savoia. Ma quanto è ancora in grado di resistere l'attuale struttura? Giacomo Manu-guerra: «Mi trovo oggi con diverse prescrizioni dei vigili del fuoco, e I'Asl ha già pagato multe. Io non posso che ripetere ciò che ho detto quando mi sono insediato: l'ospedale per malattie infettive è fondamentale. E' un riferimento non solo per il Piemonte, e se anche l'Aids oggi è diventato una malattia cronica sotto controllo, un ospedale specialistico è necessario». Era l'epoca del ministro De Lorenzo quando si cominciò a parlare di questo progetto. Dopo anni di slittamento dei tempi, la nuova struttura sembrava destinata ad aprire nel 2005, ma il cantiere non aprì mai. L'ultimo stop è arrivato dal Comune: «Non conforme», è il verdetto di un anno fa, che rilevò fra l'altro come il primo piano agibile risultasse sotto il limite di riferimento fissato in un'area vicino alla Dora, già colpita dalle conseguenze di un'alluvione. La pratica passò a quel punto dalla direzione dei lavori dell'Asl alla Committenza regionale. A cui, adesso, non resta che mettere tutto in un cassetto.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive