LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
6 giugno 2011

IL BATTERIO KILLER? NEI GERMOGLI DI SOIA - BATTERIO KILLER INDIVIDUATO NEI GERMOGLI DI SOIA DI UNA DITTA TEDESCA Unita'

Unita' di lunedì 6 giugno 2011, pagina 23


IL BATTERIO KILLER? NEI GERMOGLI DI SOIA - BATTERIO KILLER INDIVIDUATO NEI GERMOGLI DI SOIA DI UNA DITTA TEDESCA

di Pulcinelli Cristiana

________________________________________

Ironia della sorte. Proprio i germogli di soia, quelli prediletti da salutisti e vegetariani perché fonte di proteine e vitamine senza pari, probabilmente nascondevano il batterio colpevole della grave epidemia che sta mettendo in ginocchio la Germania. Lo ha detto Gert Lindemann, il ministro dell'agricoltura della Bassa Sassonia, uno dei Lander più colpiti, durante una conferenza stampa che si è svolta ieri sera. I germogli, prodotti -in un'azienda che ha la sua sede nella regione di Uelzen (tra Amburgo e Hannover), sono stati identificati come possibile fonte di infezione in 5 diverse regioni tedesche. L'azienda, che vende soprattutto in Germania ma esporta i propri prodotti anche in altri Paesi europei e dell'estremo oriente, è stata chiusa ieri stesso e i suoi prodotti ritirati dal mercato. Il ministro ha spiegato che ci sono «tracce molto chiare che conducono a questa azienda quale fonte dell'infezione», anche se la certezza al momento non può essere data: i risultati di ulteriori test sono attesi per oggi. Le autorità sanitarie, comunque, chiedono ai cittadini del Nord del Paese di non mangiare germogli di soia. Un divieto che si aggiunge alla raccomandazione di non mangiare pomodori, lattuga e cetrioli crudi che rimane in vigore in attesa di conferme. In Italia i germogli di soia occupano un mercato di nicchia, come ha ricordato la Coldiretti. Hanno un sapore vagamente simile al burro e si ricavano dal germoglio appena nato dal seme. Il loro uso è diffuso soprattutto nella cucina etnica e tra i vegetariani. Nei paesi nordici si utilizzano di più e vengono consumati soprattutto crudi in insalata: proprio questo sarebbe il problema, perché il batterio in questione non resiste alla cottura. Inoltre, i germogli entrano per lo più nella dieta delle donne. Dato che l'epidemia . da Escherichia coli scoppiata in Germania colpisce per il 68% il sesso femminile, si è cominciato ad analizzare i cibi consumati preferibilmente dalle donne. L'EPIDEMIA AVANZA L'epidemia intanto non accenna a rallentare. Secondo i dati forniti dall'Oms fino a ieri la Germania contava 627 casi di Sindrome emolitica uremica (una complicazione dell'infezione da Escherichia coli entero-emorragico che mette fuori uso i reni), 15 dei quali non sono sopravvissuti. Contemporaneamente sono saliti a 1536 (108 in più rispetto al giorno precedente) i casi di infezione senza complicazione renale dovuta allo stesso batterio che ha comunque causato altri 6 morti. In tutto, quindi, i contagiati avrebbero superato i 2.000 e i morti sarebbero 21 (22 contando anche un decesso avvenuto in Svezia). L'emergenza sanitaria sta cominciando a creare problemi anche agli ospedali. Il governo tedesco è «allarmato» perché sta mettendo sotto pressione in particolare gli ospedali delle regioni del Nord che, presi d'assalto, lavorano in condizioni «limite». Il ministro della Salute Saniel Bahr, che ieri  ha visitato il policlinico di Amburgo-Eppendordf, ha ammesso - secondo la versione online del settimanale Spiegel - «l'emergenza sanitaria» che si vive al Nord. Un vertice fra il ministro Bahr, il ministro dei Consumatori Ilse Aigner e i ministri dei diversi Lannder colpiti, dovrebbe tenersi mercoledì a Berlino. L'epidemia sarà affrontata oggi nel corso di un vertice dei ministri della Sanità Ue in Lussemburgo, al quale parteciperà anche il ministro Fazio. e

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive