LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
3 giugno 2011

EVITARE LA CARNE CRUDA E LAVARE SPESSO LE MANI

Sole 24 Ore di venerdì 3 giugno 2011, pagina 11


EVITARE LA CARNE CRUDA E LAVARE SPESSO LE MANI

di Turno Roberto

________________________________________

I consigli dell'esperto Evitare la carne cruda e lavare spesso le mani Roberto Turno Massima allerta nell'igiene e nell'alimentazione. Lavarsi spesso le mani, niente carne cruda, al bando il latte non pastorizzato apartire dai bambini, verdure lavate e rilavate e sbucciate se hanno la buccia. Ma attenzione anche quando si cambiano i pannolinialbimbo. «Queste infezioni normalmente sono a trasmissione orofecale e non passano per le vie respiratorie: il batterio bisogna "mangiarselo". In ogni caso le buone norme d'igiene possono bastare per evitare il passaggio interpersonale». Alfredo Caprioli è l'esperto di zoonosi che all'Iss, (Istituto superiore di sanità) sta seguendo per conto della Ue l'evoluzione dell'Ecoli che nella sua forma mutante nessuno al mondo è riuscito finora a catturare. Al laboratorio dell'Iss è stato affidato il compito di mettere apunto i metodi di rilevazione del batterio negli alimenti, mentre la parte medica è stata affidata a Copenhagen. Ieri, anticipa Caprioli, è stata rilasciata la versione definitiva del metodo dell'Iss: «La storia dei  cetrioli è nata perché i tedeschi avevano trovato alcuni campioni sospetti positivi che poi non sono stati in grado di confermare. Il nostro metodo aiuta ad evitare questi errori». Dunque, non dipende dai cetrioli? «I cetrioli sono stati scagionati. Non c'è neppure la prova che il fattore di rischio possano essere le verdure crude». Possono essere allora tutti gli alimenti il fattore contaminante? «In teoria, in quella zona del- Alfredo Caprioli dell'Iss: la trasmissione si verifica normalmente solo quando il germe viene ingerito Massima igiene in cucina la Germania potrebbe essere anche l'acqua. Non possiamo escludere niente al momento in quell'area, dobbiamo solo aspettare che i colleghi tedeschi ne vengano a capo». Di qui, appunto, le istruzioni di prevenzione che suggerisce Caprioli. Va evitata in maniera assoluta la carne cruda «come le tartare». Lo stesso vale per il latte non pastorizzato (a cominciare da quello dei distributori automatici) che «soprattutto i bambini non devono neppure vedere». Altro segnale importante: «Nel caso tedesco sono coinvolte molte donne. In cucina bisogna stare molto attenti quando si manipolano alimenti crudi come la came che hanno alta probabilità di portare i germi patogeni». E ancora, aggiunge, va evitata la «contaminazione crociata» degli alimenti crudi: come un pollo che può contaminare il tagliere, che se non lavato a sua volta potrebbe contaminare l'insalata, la cipolla o il pomodoro poi lavorati sul tagliere stesso. In Italia finora non è stato segnalato nessun caso, conferma Caprioli: «Il ministero ha allertato tutte le divisioni di nefrologia degli ospedali, non ci sono state segnalazioni». Allarmi che Europa si stanno rivelando una catastrofe, già con almeno i8 morti. «La complicanza renale con i ceppi comuni che conosciamo avviene soltanto nei bambini, mentre questo ceppo colpisce gli adulti, i sani e igiovan ».

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive