LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
9 giugno 2011

COSÌ UN BATTERIO (E UN CETRIOLO) CI TENGONO SOTTO SCACCO - SE UN CETRIOLO E UN BATTERIO SCONFIGGONO LA SCIENZA Corriere della Sera

Corriere della Sera di giovedì 9 giugno 2011, pagina 35

COSÌ UN BATTERIO (E UN CETRIOLO) CI TENGONO SOTTO SCACCO - SE UN CETRIOLO E UN BATTERIO SCONFIGGONO LA SCIENZA

di Giorello Giulio

________________________________________

Si dice che un giorno al grande biologo J.B. Haldane (1892-1964) qualcuno abbia chiesto che cosa ne pensasse di Dio; risposta: «Non lo conosco troppo, ma penso che abbia una smodata passione per i coleotteri», dato il grande numero di specie di questi piccoli animali e la loro mirabile capacità di adattarsi all'ambiente. Oggi diremmo piuttosto che l'Onnipotente ha ancora più «affetto» per i batteri, vista la loro variabilità biologica, la loro resistenza (secondo alcuni sopravvivrebbero benissimo anche a un olocausto nucleare!) e soprattutto il loro carattere elusivo: molto più abili e letali, quando sono nocivi, di qualsiasi serial killer umano che prima o poi viene «beccato» dalle forze dell'ordine. Il batterio Escherichia coli 0104 non solo è per alcuni versi uno sconosciuto, ma non sappiamo esattamente dove stanarlo. Un po' di anni fa era in voga la pubblicità di una marca tedesca di apparecchi radio, televisioni ecc., che proclamava solennemente: «Noi siamo scienza, non fantascienza!». Come dire: «Di noi ti puoi assolutamente fidare». Invece, come nella fantascienza più pessimistica, ci scopriamo drammaticamente impreparati fra timore, sospetto ed economia in perdita. Chissà quali sono i complici del nemico invisibile? Qualcuno ci scherza sopra amaramente: la soia o il cetriolo hanno già messo in ginocchio la Germania. Ma non era uno dei Paesi d'Europa più avanzato sotto il profilo tecnico-scientifico; più efficiente nella gestione della salute pubblica; più rigoroso nei suoi meccanismi di controllo? Le reazioni emotive sono ovviamente comprensibili, ma credo ci si debba guardare dal complicare la crisi con i propri fantasmi. Prima di dire che un batterio — o un qualunque vegetale — ha sconfitto la scienza, sarebbe bene ricordare che la comprensione scientifica di qualunque fenomeno ha i suoi tempi, e che questi possono rivelarsi anche molto lunghi rispetto alle esigenze dell'umana società o, più concretamente, di strutture politiche ed economiche. Per riprendere un esempio caro al filosofo Immanuel Kant, quanto tempo c'è voluto perché l'uomo capisse a fondo l'elettricità del fulmine! E stato necessario aspettare quel «nuovo Prometeo» che fu Benjamin Franklin (17o6-179o). Ma il fatto che per millenni la saetta di Giove abbia costituito una sfida all'intelligenza non giustifica il concedere spazio e potere a maghi o stregoni. Per ogni grande successo scientifico, notava ancora Kant, resta una miriade di domande al momento prive di risposta. E lui scriveva al tempo dell'inaspettato terremoto di Lisbona (1755). Per di più, gli esperti sono di vario tipo, e diversamente motivati: lo scopo dello scienziato è quello di capire struttura e dinamica dei fenomeni, mentre quello di un ingegnere e di un medico è di sfruttare la costellazione delle migliori conoscenze disponibili per rispondere a pressanti esigenze della societa. Non so se elimineremo mai questo batterio killer di ultimissima generazione, ma l'eventualità di un insuccesso è essa stessa parte della scienza, fallibile come qualsiasi altra attività umana. Dopotutto, se fosse onnipotente, non sarebbe più la scienza che conosciamo, ma davvero una sorta di «fantascienza». E personalmente sarei il primo a sospettare di una forza così illimitata (e più inquietante di qualsiasi microrganismo!).

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive