LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
8 giugno 2011

CETRIOLI E SOIA VITTIME INNOCENTI Sole 24 Ore

Sole 24 Ore di mercoledì 8 giugno 2011, pagina 12


CETRIOLI E SOIA VITTIME INNOCENTI

di Agostini Massimo

________________________________________

Vari imputati, poi assolti, per l'epidemia Cetrioli e soia vittime innocenti Massimo Agostini All'inizio è stato il cetriolo. Seguito da lattughe e pomodori contaminati Poi è statala volta di un salame di cervo, quindi dei germogli di soia. Ma fmora, tra una bufala e l'altra, il vero batterio che ha colpito l'agricoltura sembra essere solo quello dell'allarmismo. Dalla Germania alla Spagna, dall'Italia e poi di nuovo in Germania, le notizie che negli ultimi giorni sono rimpallate in mezza Europa alla fine si sono rivelate tutte infondate. Di cause sull'origine dell'epidemia gastrointestinale che da settimane mette in allarme i consumatori europei, per ora infatti non c'è traccia in nessun prodotto agricolo. Mentre restano sul campo danni economicipesanti che le organizzazioni agricole italiane hanno già stimato in centinaia di milioni di euro. I primi "imputati" sono stati i cetrioli spagnoli. Messi all'indice dalla stampa tedesca. Ma le analisi condotte dall'Istituto superiore di sanità (italiano), sede del laboratorio europeo di riferimento per l'Escherichia coli, hanno poi dimostrato che quei cetrioli non c'entravano nulla. Nel frattempo circolava voce che all'origine di alcuni casi di infezione segnalati in Germania e Francia ci potessero essere lattuga e pomodori. I ricercatori, anche in questo caso, hanno fatto però dietrofront sostenendo di non aver trovato tracce del batterio. Assolto anche il salame di cervo in Toscana, segnalato dall'Austria come possibile vettore del batterio. La tossina contenuta in questo prodotto è infatti risultata appartenere a un ceppo batterico diverso da quello legato ai contagi in Germania. L'ultima in ordine di tempo, lo scorso fine settimana, indicava come responsabili i germogli di soia di un'azienda agricola della Bassa Sassonia, in Germania. Ma anche qui, i primi test di laboratorio hanno dato esito negativo. Gli agricoltori però ora non ci stanno. Di fronte a questa ACCUSE INFONDATE Anche pomodori, lattuga esalame di cervo ingiustamente incriminati: il vero morbo sembra essere l'allarmismo emergenza mediatica, ricordano che in Europa i prodotti alimentari sono sicuri e sottoposti a un sistema di allerta rapido efficiente, di cui l'Italia è capofila. «È troppo facile incolpare prima il cetriolo e poi i germogli di soia, piegando irri- mediabilmente decine di migliaia di aziende agricole dell'intera Europa», ha detto ieri il presidente della commissione Agricoltura della Camera, Paolo Russo. Ricordando che comunque «il sistema di controlli della filiera agroalimentare italiana dovrebbe essere preso a modello in molti altri Paesi europei».

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive