LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
1 giugno 2011

CALL CENTER, FUGA IN ALBANIA Terra

Terra di mercoledì 1 giugno 2011, pagina 11


CALL CENTER, FUGA IN ALBANIA

di Piccinelli Marco

________________________________________

Lavoro La francese Teleperformance sposta i servizi a Tirana. Dove paga i lavoratori solo 3,5 euro l'ora Call center, fuga in Albania Marco Piccinelli prima erano stati regolarizzati quindi, evitato il macigno del precariato giovanile e non, si sono creati una famiglia e adesso rischiano di essere mandati via se non accettano la paga di 3,5 euro l'ora. Non è uno scherzo o un semplice errore di battitura, c'è proprio scritto 3,5 euro l'ora. Questo sarebbe lo stipendio dei 1.500 operatori di call center dell'azienda francese Teleperformance che possiede tre sedi in Italia. La vicenda è una delle più infelici che riguardano lavoro ed assunzioni: 752 dipendenti tra Roma e Fiumicino rischierebbero di perdere il posto a causa dello spostamento di produzione dall'Italia verso l'Albania. A livello nazionale l'azienda «mette a rischio licenziamento 1.464 persone, circa il 50% dei dipendenti», stando ai dati forniti dai tre sindacati confederati. «Registriamo con sconcerto la crescita delle postazioni di lavoro in Albania (da 200 a 700 ndr), dove un'ora di lavoro viene retribuita 3,5 euro invece dei 6,5 dell'Italia», spiega Luca Alessandrini, operatore e rappresentante sindacale dell'Slc-Cgil, per il quale è «palese che questa multinazionale stia dirottando le chiamate dall'Italia fino in Albania per pagare di meno i propri dipendenti». La "guerra fra poveri" fra Italia e Albania è appena iniziata: dal 14 aprile scorso i dipendenti sono in agitazione perché la fabbrica ha annunciato di licenziare "il licenziabile" e così, pochi giorni dopo l'annuncio, «il titolo è schizzato in borsa», denuncia sempre Alessandrini. I dipendenti, prima stabilizzati dalla Teleperformance, ora potrebbero vedersi strappar via il posto di lavoro poiché la multinazionale francese «sta sperimentando lo spostamento delle proprie sedi in Albania per assecondare il progetto di committenti come Sky che, nonostante le enormi agevolazioni di cui godono nel nostro paese, sono sempre alla ricerca di maggiori profitti», così precisa Ferdinando Bonessio, presidente dei Verdi del Lazio. La denuncia di Bonessio prosegue affermando come «Ancora una volta - denuncia ancora Bonessio - risulta 'assordante' il silenzio del governo, incapace di intervenire per svolgere una proficua intermediazioLa denuncia della Cgil: tra Roma e Fiumicino a rischio 752 posti di lavoro. Verdi, Idv e Sel chiedono l'intervento immediato di Comune, Regione e governo ne a tutela dei livelli occupazionali». Alle dichiarazioni di Bonessio fanno eco quelle del senatore Stefano Pedica (Idv) e del consigliere provinciale Gianluca Peciola (SeL) che si appellano al sindaco Gianni Alemanno e alla presidente della Regione Lazio Renata Polverini per scongiurare il licenziamento dei lavoratori. Pedica constata come nel settore delle telecomunicazioni avvengano «le più palesi violazioni dei diritti dei lavoratori». Peciola, invece, ribadisce come sia necessario fermare «l'attuazione di questo piano industriale al fine di salvaguardare i posti di lavoro dei dipendenti». Un ultimo disperato tentativo è stato fatto lo scorso 23 maggio dai lavoratori a rischio esubero delle sedi di Roma e Fiumi-cino che si sono appostati sotto Montecitorio per dar vita ad un sit-in di protesta contro i licenziamenti.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive