LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
3 giugno 2011

BIOLOGI E CRIMINOLOGI COMBATTONO LA MALARIA CON I METODI DELL'FBI Repubblica Venerdi

Repubblica Venerdi di venerdì 3 giugno 2011, pagina 72


BIOLOGI E CRIMINOLOGI COMBATTONO LA MALARIA CON I METODI DELL'FBI

di Tortona Dedo

________________________________________

BIOLOGI E CRIMINOLOGI COMBATTONO LA MALARIA CON I METODI DELL'FBI LE ZANZARE ANOFELI SI POSSONO INDIVIDUARE CON IL PROFILING GEOGRAFICO, IL SISTEMA CHE INDIVIDUA LA RESIDENZA DI CHI COMPIE REATI t'NIPOTESI CONFERMATA DALLE EPIDEMIE 2011-2004 IN EGITTO di DEDO TORTONA a sete di sangue, può colpire chiunque all'improvviso e ripete ossessivamente i suoi misfatti. Questa descrizione vale sia per i serial killer che per le zanzare. Non risulti troppo sorprendente, dunque, sapere che entrambi (e soprattutto le zanzare anofeli, portatrici di malaria) si possono combattere applicando gli stessi raffinati metodi studiati dall'Fbi contro i criminali. Lo sostengono Steven Le Comber, biologo della Queen Mary University di Londra, e Kim Rossmo, criminologo della Texas State University in uno studio sull'IntemationalJoumal of Health Geographics I due sono partiti dal profiling geografico, sistema che stima la probabile zona di residenza di un criminale partendo dalla mappa dei luoghi dei suoi crimini e sovrapponendo due principi opposti: il distance decay (per via del tempo e denaro necessari a spostarsi, i crimini non accadono in media troppo lontano dall'abitazione del colpevole) e la buffer zone (l'abitazione del colpevole non è in genere troppo vicina ai luoghi dei crimini: nel suo vicinato il sospetto ha meno probabilità di agire in incognito e ampliando il suo raggio d'azione può incontrare più vittime). «Questi principi funzionano anche per i sistemi biologici» spiega Steven Le Comber. «Nel caso della malaria, ad esempio, la probabilità di trasmissione della malattia decresce con la distanza dagli infettati, e - all'inverso - più ci si allontana dal focolaio iniziale, più le zanzare potranno trovare habitat a loro propizi». Applicando il profiling geografico alle epidemie di malaria avvenute al Cairo tra il 2001 e il 2004, Le Comber e Rossmo hanno stilato una classifica dei 59 specchi d'acqua vicini alla capitale egiziana: degli otto siti positivi per la presenza di Anopheles sergentii o Anopheles pharoensis, sei coincidevano proprio con i primi sei siti ottenuti via profiling. «Potendo localizzare con precisione i luoghi di origine di un'epidemia malarica» commenta Le Comber, «è più facile ed economico intervenire per contenerla».

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive