LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
7 giugno 2011

BATTERIO KILLER, SOIA ASSOLTA Sole 24 Ore

Sole 24 Ore di martedì 7 giugno 2011, pagina 15


BATTERIO KILLER, SOIA ASSOLTA

di Romano Beda

________________________________________

. Dal nostro corrispondente Sta diventando un vero rompicapo, oltre che un dramma sanitario, l'infezione batteriologica che ha già provocato la morte di 23 persone in Europa. Ieri le autorità tedesche hanno ammesso che l'origine del batterio rimane misteriosa, proprio mentre la vicenda sta provocando nuove e preoccupanti tensioni politiche in Europa. Le prime analisi effettuate tra domenica e lunedì hanno rivelato che neppure i germogli di soia dovrebbero essere responsabili dell'epidemia di E. coli enteroemorragico, un batterio che provoca gravi emorragie intestinali. Durante il fine settimana questa ipotesi era emersa con una certa forza, prima di essere rivista ieri pomeriggio.

Quaranta campioni di germogli sono stati recuperati da una fattoria a Sud di Amburgo, che si presumeva fosse la causa dell'epidemia. A ieri sera erano stati effettuati 23 test, tutti negativi. Altri esami sono però in corso. Per ora il governo continua a consigliare ai tedeschi di non mangiare insalata, pomodori, cetrioli così come germogli di soia. La vicenda sta imbarazzando non poco le autorità tedesche, che da giorni ormai sembrano vagare nel buio. Prima gli enti ospedalieri avevano accusato i cetrioli provenienti dalla Spagna, poi è emersa la possibilità dei germogli di soia. Nei due casi, le ipotesi si sono rivelate apparentemente infondate, anche se la seconda traccia rimane sospetta.

TENSIONI IN EUROPA In una settimana si stimano 300 milioni di danni, critiche al Governo tedesco che invita a non consumare verdure Madrid: paghi Berlino «Stiamo facendo analisi su tutto quello che le persone infette hanno consumato. Stiamo visitando le loro case e prendendo campioni dai frigoriferi», ha detto Rico Schmidt, portavoce delle autorità sanitarie di Amburgo. Secondo le ultime stime, con la morte di una donna di novant'anni le vittime sono salite a 23 (di cui 22 in Germania e una in Svezia); le persone infette sono 2.33 in 14 Paesi. Mentre continuano nella Repubblica Federale esami e test, la questione sta avvelenando il clima politico nell'Unione, anche perché l'epidemia ha provocato un crollo della domanda di frutta e verdura in molti paesi europei. Oggi si terrà una riunione d'emergenza dei ministri dell'Agricoltura in Lussemburgo. L'associazione europea dei produttori agricoli Fr-eshfel parla di perdite complessive in una settimana pari a 30o milioni di euro, di cui circa zoo milioni solo in Spagna. Alcune associazioni imprenditoriali spagnole hanno affermato che 7omila posti di lavoro sono a rischio in un settore in cui molti contratti sono a tempo determinato. In Italia l'organismo di categoria Coldiretti ha criticato il consiglio del Governo tedesco di non consumare alcune verdure. Il suggerimento «colpisce in modo discriminato e ingiusto anche la produzione italiana» poiché-secondo l'associazione imprenditoriale - è chiaro che il problema si verificato in Gerrr.ania. A soffrire sono anche altri Paesi: dal Portogallo all'Olanda. Da Bucarest il Governo romeno vuole che dall'Unione europea vengano "misure eccezionali" per risarcire i produttori agricoli del Paese. La Commissione europea si è detta pronta a considerare «compensazioni» finanziarie. Si spera di raggiungere oggi un accordo di principio tra i ministri in Lussemburgo. In Francia, gli agricoltori di Nantes hanno distrutto platealmente io tonnellate di cetrioli rimasti invenduti. Il ministro francese dell'Agricoltura Bruno Le Maire ha chiesto alle autorità comunitarie indennizzi generosi. La Spagna crede che a pagare dovrebbe essere la Germania, colpevole di avere puntato il dito (per errore) contro la produzione spagnola. «Altrimenti ci riserviamo il diritto di andare per le vie legali», ha avvertito il ministro dell'Agricoltura Rosa Aguilar. Dietro a queste reazioni si nascondono anche le cicatrici lasciate dalla crisi finanziaria. Dopo avere dettato legge in tema debitorio, la Germania è oggi facile obiettivo del risentimento di molti vicini europei.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive