LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
5 giugno 2011

BATTERIO KILLER, ALLARME ANCHE IN ITALIA Repubblica

Repubblica di domenica 5 giugno 2011, pagina 19


BATTERIO KILLER, ALLARME ANCHE IN ITALIA

di Bocci Michele

________________________________________

— Doppio allarme ieri perii sistema sanitario italiano e rodaggio per la rete messa in piedi per rispondere a un eventuale arrivo dell'escherichia coli. Prima a Merano e poi a Firenze si è temuto di avere a che fare con il microrganismo che partendo dalla Germania sta provocando una grave epidemia in mezza Europa. Nel giro di poche ore si è chiarito che due i casi, il primo quello di un turista tedesco finito in ospedale e l'altro di una donna morta per una gastroenterite, non hanno niente a che fare con il "batterio killer". Rientrato anche l'allarme peril salame di Cervo prodotto nel grossetano con carni polacche che era stato bloccato in Austria temendo fosse contaminato: gli esami dell'Istituto superiore di sanità hanno escluso la presenza di escherichia coli. Anche se non ci sono casi la tensione in Italia sale e, insieme all'incapacità delle autorità tedesche di chiarire da dove parta l'infezione, sta condizionando i consumatori e provocando danni importanti a chi prod ucefrutta e verdura. Lancia un grido d'allarme Coldiretti, da dove si parla di effetti devastanti con addirittura più di un consumatore su tre (il 35%) che ha smesso di comprare certi prodotti. Il danno per le aziende agricole italiane si aggirerebbe sui 25 milioni di euro. Ieri l'associazione ha organizzato una distribuzione di cetrioli e altra frutta e verdura italiana per scacciare la paura. «Il nostro paese deve chiederei risarcimenti alle autorità europee per i danni eco-no mici subiti ingiustamente dai produttori di frutta e verdura», chiede il presidente Coldiretti Sergio Marini.

Ieri il ministro alla Salute Ferruccio Fazio ha di nuovo annunciato di aver chiesto al governo tedesco di fare verifiche sugli imballaggi degli alimenti prodotti nella zona di Amburgo. «Si sta ancora studiando quale sia il veicolo dell'epidemia - ha detto - abbiamo chiesto alla Germania di fare indagini specifiche sulle forme di confezionamento perchè la presenza del batterio sembrerebbe più trasversale che non riferita ad un singolo alimento». Fazio ha parlato anchedellasituazione italiana, ribadendo che i cibi prodotti da noi sono sicuri e ripetendo l'invito a lavare sempre bene quello che si mette in tavola e le mani. «Se prima o poi ci sarà qualche italiano passato nella zonadiAmburgo che si ammala non ci dovremo stupire», ha concluso il ministro. L'Associazione microbiologi cinici italiani (Amcli) invita i cittadini a fare più attenzione e adottare misure igieniche adeguate. «Va evitato ogni possibile contatto oro-fecale -spiegano -Tutto il sistema, a partire dai medici di famiglia che segnalano i casi fino ai microbiologi che fanno la diagnosi, deve lavorare al massimo per assicurare un trattamento rapido e appropriato ai pazienti». Il ministro Fazio alla Germania: "Più controlli su come si confezionano i cibi nel Paese"

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive