LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
1 giugno 2011

ASSISTENZA AGLI OVER 75, SUPERARE I TAGLI FACENDO RETE Avvenire

Avvenire di mercoledì 1 giugno 2011, pagina 11


ASSISTENZA AGLI OVER 75, SUPERARE I TAGLI FACENDO RETE

di Guerrieri Alessia

________________________________________

Tagliare non è l'unico modo per risparmiare, anche perché a pagare i costi della forbice austera della crisi è un esercito silenzioso di anziani e bisognosi. Contenere gli sprechi è una necessità, ma basta guardare alle soluzioni alternative per ridurre le spese e avere buoni servizi sociali. Una strada percorribile arriva infatti dalla comunità di Sant'Egidio che mette a disposizione il progetto "Viva gli anziani!", attivo dal 2004 nella Capitale e che ha ad oggi come utenti 4mila ultra settantacmquenni, per estenderlo su scala nazionale. E un'esperienza di monitoraggio che organizza in rete servizi e strutture già esistenti al costo di mezzo euro al giorno a persona, ma porta enormi risparmi per il sistema sanitario e sociale, sostengono gli ideatori. II meccanismo è semplice: si punta sulla domiciliarità, rompendo l'isolamento degli anziani, per migliorare la loro qualità della vita e parallelamente ridurre la spesa pubblica. E lo si fa con una cabina di regia in cui operatori e volontari, telefonicamente o porta a rta, controllano lo stato di salute deggli over 75 e ne individuano i bisogni attivando, aiutati da una rete di prossimità fatta di vicini di casa e assistenti medici, le risposte necessarie. Rimodulare le uscite per rendere la macchina assistenziale più efficiente e competitiva va bene, ma quello che serve è un cambio del modello sociale, sostengono da Sant'Egidio. E a dare man forte arrivano i numeri dei fondi statali stanziati negli ultimi anni. Dal 2008 al 2011, infatti, la spesa per il sociale si è ridotta di otto volte, fermandosi a 349 milioni di euro nell'anno in corso (-76% rispetto al 2010) e diminuirà ancora, fino a toccare 271 milioni, entro il prossimo biennio. I tagli sono trasversali: famiglia, politiche giovanili, servizio civile, pari opportunità. A venir ridotti addirittura azero sono stati poi il fondo per la non autosufficienza, quello per l'inclusione degli immigrati e quello per i servizi all'infanzia. Non è stato risparmiato neanche il sostegno all'affitto, dove si è passati da 205 milioni ad appena 33 nel 2011. Eppure abitazione, servizi sanitari e mobilità sono i tre macigni che pesano maggiormente sulla spalle degli over 75-e che, con la riduzione colpi risorse, rischiano «mortali» pera categoria. Certo la crisi va gestita, ma si è colpito chi non ha voce e, «se non cambiamo il modo di spendere, peggiorerà la qualità della vita e si scaricherà tutto il peso del welfare sul vero ammortizzatore sociale, la famiglia. Questi tagli si trasformano in costi sociali e drammi individuali - sottolinea il portavoce di Sant'Egidio Mario Marazziti - senza dimenticare che la solitudine può aggravare nell'anziano molte patoloie». Ecco perché il progetto viva gli anziani! potrebbe essere un bagaglio di esperienze da replicare anche in tutte le Regioni con un investimento di 40 milioni di euro. l esperimento pilota a Roma ha infatti portato a dimezzare, negli ultimi tre anni, il tasso di ospedalizzazione tra gli anziani monitorati (rispetto a quello equivalente regionale) e all'abbassamento del ricorso al ricovero nelle Rsa (-2%). «Noi abbiamo un know how che aiuta a contenere le spese - dice Giancarlo Penza, uno dei coordinatori dell'iniziativa - con il monitoraggio attivo abbiamo messo a sistema, facendoli comunicare, i servizi che già sono sul territorio».
Nel 2040 saranno quasi 20 milioni Uno su tre fra trent'anni sarà anziano. L'allungamento della vita e le nuove terapie mediche infatti porteranno in Italia la popolazione degli over 65 a diventare quasi due volte tanto nel giro di un quarto di secolo, passando da 12 milioni nel 2010, il 20% del totale,a 14 milioni nel 2020 (quasi il 23%),fino ad arrivare ad oltre 19 milioni nel 2040 (31 %). Ma saranno soprattutto gli ultra 75enni a farla da padrone raddoppiando in tre decenni (da 6 milioni nel 2010 diventeranno oltre 10 milioni). Si difenderanno bene anche gli anziani con più 85 anni che arriveranno ad essere nel 2040 oltre tre milioni e mezzo, cioè il 5,8% degli italiani. (A.Guer)

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive