LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
26 maggio 2011

VIDAS, DA 30 ANNI ACCANTO A CHI SOFFRE Avvenire Milano

Avvenire Milano di giovedì 26 maggio 2011, pagina 3


VIDAS, DA 30 ANNI ACCANTO A CHI SOFFRE

di Rizzi Filippo

________________________________________

ASSISTENZA SANITARIA Ogni anno sono centinaia i pazienti curati da questa istituzione. Un'esperienza cominciata con pochi mezii_e che oggi conta sull'impegno di 70 operatori e 90 volontari.Cavazzoni:un sogno divenuto realtà Vidas,da3Oanniaccantoachi softie Dal 1981 sono stati assistiti gratuitamente in città oltre ventiseimila malati f• ,t, 111,. .

L'ASSOCIAZIONE Settanta operatori specializzati nelle cure Aalcune immagini evocative del centro di assistenza e gratuitaVidas che opera da 30 anni in città e in 80 comuni della provincia. Attualmente l'istituzione benefica si avvale dell'opera di 70 operatori, specializzati in cure palliative e terapia del dolore. Sono attualmente 150 i pazienti curati in un giorno (1.600, di media, in un anno).

DI FILIPPO RIZZI Sono trascorsi 30 anni da quando in maniera pionieristica l'assistenza domiciliare ai malati terminali nella nostra città e in provincia non solo è divenuta una realtà ma anche un progetto compiuto, grazie alla caparbietà di Giovanna Cavazzoni. Da quel lontano 1981 il Vidas (il centro di assistenza completa e gratuita ai malati terminali) ne ha fatta di strada con i suoi pulmini e i suoi volontari lungo ogni angolo della città: 26mila i malati curati gratuitamente nel corso di questi 30 anni. Sono 150 pazienti attuai- mente curati ogni giorno (1600 ogni anno). E i dati sul consenso meneghino attorno a questa istituzione sono nella donazione del 5 per mille che quasi ogni anno supera il milione e mezzo di euro con oltre 30mila preferenze. «Ma tutto questo non ci basta come anche grazie agli sponsor riusciamo a venire incontro a tante richieste - racconta la fondatrice Giovanna Cavazzoni - di fronte a un pesante budget di 8 milioni di euro» . la storica fondatrice del Vidas ha elencato ieri nell'ambito di una conferenza per il trentennale della istituzione benefica a Palazzo Visconti i punti di forza di questo ente come l'hospice Ca *** sa viaas cne permette a moro pazienn di affrontare le pesanti cure. «Questa struttura è un servizio socio sanitario - osserva laCavazzoni-che si avvale dell'opera di 70 operatori, specializzati in cure palliative e terapia del dolore, tutti compensati da Vidas, affiancati da 90 generosi volontari». Durante la conferenza sono corse le imm di questa gloriosa struttura mene irna con tante istantanee che litr aaggg oono i grandi testimonialo amici di Vi as: dai direttori d'orchestra Carlo Maria Giulini, Riccardo Muti, Claudio Abbado, al poeta e letterato Dario Fo al cardinale Carlo Maria Martini, Moni Ovadia, Roberto Benigni ai sindaci Carlo Tognoli e Gabriele Albertini. E non da ultimo il grande poeta appena scomparso Giovanni Giudici che proprio al das dedicò versi memorabili. Laornata di ieri ha permesso di ascoltare e raccogliere le testimonianze di chi rappresenta l'ossatura portante di questa istituzione benefica dal presidente Mario Usellini, al direttore sanitario Giada Lonati, a Giorgio Cosmacini, docente di storia della Sanità alla Statale di Milano ma anche chi non c'è più ma che ha dato la vita per il Vidas come il patologo, di fama mondiale, Alberto ani. Durante la giornata celebrativa sono rincorse le domande tipiche di chi vive la condizione di malato terminale e la sua nuova identità, i lui turni (anche di notte) inaspettati ne angoli più remoti della città per molti volontari o le domande impossibili «Quanto mi resta da vivere ancora?» o come far elaborare, in modo dignitoso, il lutto di una persona cara al ristretto nucleo familiare. Su tutto è rieccheggiato, grazie a un filmato di Luca Scarelfa, il sogno divenuto realtà di una ragazza 16enne, l'allora adolescente Giovanna Cavazzoni che assisteva nel dopoguerra in una casa di ringhiera una donna di 35 anni, malata incurabile: «Quel progetto è divenuto realtà - è la riflessione finale della Cavazzoni - da quel giorno promisi a me stessa: "Da grande farò un'opera piccola ma che possa dare tutte le risposte"».

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive