LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
25 maggio 2011

TRAPIANTI MOLINETTE DA RECORD - MOLINETTE OSPEDALE DA RECORD, PRIMO PER I TRAPIANTI IN ITALIA Stampa Torino

Stampa Torino di mercoledì 25 maggio 2011, pagina 63


TRAPIANTI MOLINETTE DA RECORD - MOLINETTE OSPEDALE DA RECORD, PRIMO PER I TRAPIANTI IN ITALIA

DI ACCOSSATO MARCO

________________________________________

La tragica storia della piccola Elena Petrizzi, dimenticata Ja 22 mesi dal padre in auto, la cui morte ha ridato la speranza a tre bambini (uno dei quali a Torino), è soltanto l'ultima commovente vicenda di una lunga serie. Fino ad oggi, alle Molinette, i chirurghi sono entrati in sala operatoria più di 2 mila volte dal 2002, per «ridare la vita» a un malato grazie a un organo sano. Per questo, l'ospedale di corso Bramante, ha ottenuto dal ministero della Salute il riconoscimento di primo centro II 95 per cento di reni e fegati donati viene ormai utilizzato con successo Antonio Amoroso coordinatore trapianti trapianti d'Italia «Amici della vita». Per numero di interventi e per risultati raggiunti.Eseil2010è stato l'anno della svolta, grazie a un incremento delle donazioni di organi e tessuti, la speranza dei medici delle Molinette è che si assottigli sempre più sia il numero di opposizioni alla donazione, sia la percentuale dei medici delle rianimazioni che ancora non segnalano al Coordinamento trapianti la presenza di un potenziale donatore.

Nel 2010, in Piemonte, sono stati eseguiti poco meno di 400 trapianti, di cui 13 da donatore vivente: 213 di rene,142 di fegato, 26 di cuore, 15 di polmone. Un primato delle Molinette, ma anche del Piemonte. Con 29 donatori per milione di abitanti, la nostra regione anche quest'anno risulta tra le più generose d'Italia, ac- 1 trapianto di organi è la società che cura se stessa e il Piemonte è tra le regioni più sensibili Pierpaolo Donadio coordinatore prelievi canto a Toscana ed Emilia, nonostante il numero degli organi disponibili per ridurre le liste dei malati in attesa di una speranza siano ancora pochi rispetto al necessario.

Per celebrare l'evento, ieri nella sala di rappresentanza delle Molinette erano presenti - accanto all'assessore regionale alla Sanità, Caterina Ferrero - alcuni dei medici di impegnati nei trapianti. Antonio Amoroso e Pier Paolo Donadio sono i coordinatori piemontesi dell'attività di prelievo e di trapianto degli organi: «Negli ultimi anni - spiega Amoroso - la percentuale di utilizzo degli organi prelevati è salita al 95 per cento per quanto riguarda fegato e reni». Cuore e polmoni continuano a esser prelevati di solito da donatori di età non superiore ai 50 anni, «con una percentuale di utilizzo del 47 per cento».

Obiettivo del premio voluto dal ministero è anche quello di sensibilizzare: «Circa il 20 per cento degli italiani - osserva sempre il professor Amoroso - continua a essere contrario alla donazione, per convinzioni, pregiudizio, difficoltà emotive ad accettare il prelievo, o per semplice ignoranza». Per il restante 80 per cento, dire «sì» o «no» dipende dagli eventi: «Scandali come quello delle valvole cardiache alle Molinette aveva alimentato talmente la sfiducia che avevamo registrato un crollo delle donazioni», ma «anche negli ospedali *** italiani un 20 per cento dei medici delle rianimazioni non segnala al Coordinamento la presenza di un potenziale donatore e non mette così in moto la macchina dell'osservazione necessaria per arrivare al prelievo e al trapianto».

«Dietro ogni trapianto - ha ricordato il dottor Donadio - c'è ogni volta una macchina complessa che coinvolge decine e decine di persone». Il premio del ministero è anche un premio alla memoria, quella del professor Sergio Curtoni, che già nel 2006, ispirandosi al modello Spagnolo, coinvolse proprio alle Molinette i primi medici per creare quel coordinamento che oggi ha permesso di salvare migliaia di vite.

Per l'attività di trapianto, le Molinette hanno chiesto alla Regione una deroga allo stop alle assunzioni degli anestesisti, per avere almeno tre medici a disposizione.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive