LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
21 maggio 2011

"A QUIRRA FACEVAMO BRILLARE 800 CHILI DI ESPLOSIVO AL GIORNO" Unita'

Unita' di venerdì 20 maggio 2011, pagina 27


"A QUIRRA FACEVAMO BRILLARE 800 CHILI DI ESPLOSIVO AL GIORNO"

di Medde Paola

________________________________________

«A Quirra facevamo brillare 800 chili di esplosivo al giorno» La testimonianza di un militare impegnato nelle operazioni nel poligono di Quirra-Perdasdefogu. «Le polveri delle esplosioni si depositavano nelle pozze dove beveva il bestiame. Un mio commilitone è morto di tumore». «Per anni nel poligono di Perdasdefogu abbiamo fatto brillare 800 chili di esplosivo al giorno, proveniente da tutta Italia». A raccontarlo è un sottufficiale che per un lungo periodo ha lavorato nella base militare sarda del Salto di Quirra finita al centro dell'inchiesta della Procura di Lanusei per disastro ambientale e omicidio plurimo. «Le esplosioni avvenivano dopo aver scavato buche larghe trenta metri e profonde venti — racconta l'uomo — brillamenti capaci di sprigionare nubi che oscuravano il sole e raggiungevano la frazione di Quirra o il vicino centro di Escalaplano, a seconda del vento. In quelle buche poi si raccoglieva l'acqua delle piogge, si abbeverava il bestiame, e poi i veleni filtravano nelle falde sotterranee». La Sardegna, secondo la ricostruzione, era la pattumiera militare italiana: la rotta per lo smaltimento delle munizioni obsolete era la Genova-Porto Torres. Speciali convogli ferroviari carichi di anni raggiungevano il capoluogo ligure e da qui venivano imbarcati su una nave speciale per arrivare a Quirra-Perdasdefogu. «C'era tutta una procedura per realizzare le buche e per far esplodere le munizioni — riprende il testimone — dopo il botto dovevamo rifugiarci dentro i camion per evitare di respirare le polveri che si sprigionavano. Un mio collega si è ammalato ed è morto di tumore», afferma l'ex militare, ipotizzando un nesso tra l'attività bellica e la malattia. Sarebbero proprio i brillamenti che per anni hanno sventrato il suolo di Quirra ad aver avvelenato il terreno e le falde acquifere secondo la tesi del procuratore di Lanusei Domenico Fiordalisi, che la scorsa settimana ha posto sotto sequestro l'acquedotto. L'ipotesi è che un piccolo impianto di potabilizzazione abbia portato l'acqua contaminata sino ai rubinetti delle case di Quirra, in particolare in quella zona in cui si è registrato il più alto numero di tumori. Ma il sottufficiale si spinge oltre ed afferma che i brillamenti degli ordir gni non avvenivano solamente a Per-dasdefogu, ma anche a Capo Frasca, la terza delle basi militari sarde per estensione, dopo Quirra e Teulada, affacciata nel litorale di Arbus, sulla costa occidentale dell'isola. Anche qui l'uomo ha prestato servizio per anni ed anche qui ha rilevato un'anomala incidenza dei tumori: diciotto le morti sospette che ha contato.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive