LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
29 maggio 2011

PUNTURE AL BOTOLINO CONTRO LE RUGHE: MA IL MEDICO È FALSO - LE "SCIURE" IN CODA PER LE INIEZIONI DELLA FINTA DOTTORESSA Giornale Milano

Giornale Milano di venerdì 27 maggio 2011, pagina 41


di Fucilieri Paola

________________________________________

Via Padova Punture al botulino contro le rughe: ma il medico è falso Si era improvvisata chirurgo estetico. Troppo redditizio l'impiego del botox nella guerra contro le rughe. Così una signora russa di 38 anni ha pensato che quelle iniezioni poteva imparare a farle pure lei nel suo centro massaggi, lo «Charme» di viaPadova. Un'attività di per sé già illegale visto che le signorine che ci lavoravano - tutte ragazze dell'Est - oltre a trattamenti estetici alla clientela maschile ne proponevano anche di tutt'altro genere Fucilieri a pagina so LA STORIA Le «sciare» in coda per le iniezioni della finta dottoressa Chiuso dai vigili un centro estetico dove si facevano interventi di competenza medica Paola Fucilieri — Marianna K. si era improvvisata chirurgo estetico. Troppo redditizio l'impiego del botox nella guerra infinita delle donne contro le rughe e il tempo che passa per non farne un business. Ormai lo sanno tutti che la tossina botulinica (uno dei veleni più potenti al mondo), se purificata e iniettata nei muscoli mimici del viso, ne provoca un indebolimento temporaneo e riduce le contrazioni. attenuando così rughe e segni d'espressione. E che signore e signorine sono disposte a pagare delle belle sommette, magari senza la pretesa della ricevuta, per sottoporsi a questi trattamenti. Così questa russa di 38 anni ha pensato che quelle iniezioni poteva imparare a farle pure lei, magari con l'ausilio di qualche cd d'istruzioni. Un modo come un altro per arrotondare a fine mese con i guadagni del suo centro massaggi, lo «Charme» di via Padova. Un'attività di per sé già illegale visto che le signorine che ci lavoravano - tutte ragazze dell'Est - oltre a  trattamenti estetici veri e propri, alla clientela maschile ne proponevano anche di tutt'altro genere, a un prezzo variabile tra i 100 e i 150 euro. Prezzi, quelli delle cure estetiche e delle prestazioni sessuali, non esattamente «popolari» e che, in ogni caso, presuppongono una clientela disposta a pagare senza alcun problema. Ieri mattina la polizia municipale ha sequestrato il centro, arrestandone la titolare con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. I vigili hanno scoperto che la donna si faceva pagare comprese tra i 300 ed i 350 euro (cifre da vera professionista!) per iniettare il botox o l'acido ialuronico, oltre a prescrivere - senza alcuna competenza - farmaci per dimagrire e contro la cellulite. Ora i prodotti chimico-farmaceutici sequestrati nel centro (alcuni provenienti direttamente dalla Russia) sono al vaglio degli inquirenti anche per rintracciare i clienti che potrebbero essere stati danneggiati da queste improprie cure estetiche. Nel corso della perquisizione dello «Charme» sono stati sequestrati 1.100 franchi svizzeri e 600 euro nonché pillole anticoncezionali tra cui la pillola del giorno dopo. Con questa operazione salgono a otto i centri massaggi sequestrati grazie ad attività di indagine della Polizia Locale. Altri sigilli sono stati apposti in via Lo-mazzo, via Giordano Bruno, via Gluck, via Venini, via Anfossi, via Teodosio e via Inama. Secondo i dati dell'assessorato alla Sicurezza di Palazzo Marino in città a oggi risultano in attività 403 centri massaggi. Nel 1995 erano solo 4. Solo nel 2010 ne sono stati aperti 130, uno ogni 72 ore. «Queste attività sono spesso il paravento di prostituzione - ha spiegato ieri il vice sindaco Riccardo De Corato, illustrando l'operazione condotta dal comandante dei vigili Tullio Mastrangelo -. E fanno sospettare l'esistenza di giri di denaro e investimenti poco chiari. Ecco perché la Giunta da novembre ha approvato un nuovo regolamento per disciplinare l'attività dei centri benessere imponendo regole più restrittive per l'apertura e sanzioni più pesanti fino alla chiusura temporanea per i trasgressori». «Per chi avesse avuto delle lesioni dopo essersi sottoposto a queste cure improvvisate e ai trattamenti chirurgici di questa dottoressa abusiva e vuole sporgere denuncia - ha concluso il vice sindaco - la polizia municipale ha disposto un numero da contattare: 0277270358/9».

BUSINESS Gli interventi costavano fra i 100 e i 150 euro l'uno: tra i clienti anche uomini

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive