LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
21 maggio 2011

PRONTI A CHIUDERE QUIRRA Unione Sarda

Unione Sarda di sabato 21 maggio 2011, pagina 37


PRONTI A CHIUDERE QUIRRA

di Carta Paolo

________________________________________

II fatto. Ieri incontro tra Difesa, Regione ed esperti scelti dai sindaci Pronti a chiudere Quirra Cossiga: «Ma solo se crea pericoli per la salute» Rilevato inquinamento di metalli pesanti e polveri fini, e poi sostanze cancerogene nei licheni. Uranio impoverito? Impossibile trovarlo con gli esami chiesti dalla Nato.

Mai prima d'ora c'erano state parole più chiare: «Se dovesse essere dimostrato che le attività del poligono creano inquinamento e problemi alla salute, la struttura militare di Perdasdefogu e Quirra verrà chiusa». Lo ha detto il sottosegretario alla Difesa, Giuseppe Cossiga, intervenuto ieri a Cagliari alla riunione convocata da una commissione tecnica di esperti per valutare i controlli ambientali pagati dalla Difesa (2,5 milioni di euro), gestiti dalla Nato e affidati a cinque società. Una di queste, la Sgs, è finita sotto inchiesta per falso (aveva certificato che tutto era in regola) nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Lanusei sull'eventuale rapporto tra attività del poligono e malattie e malformazioni. L'INQUINAMENTO. La situa- Limi, sentire con le proprie orecchie che sono state trovate contaminazioni di metalli pesanti (un po' tutti, ma in maggior parte arsenico); che sostanze cancerogene come il tritolo sono state assorbite dai licheni; che ha presentato valori anomali anche l'acqua del mare (arsenico, cromo, piombo e nichel); che dopo alcune attività si crea un inquinamento di polveri fini peggiore di quello riscontrato a Roma o Milano quando si decide di chiedere al traffico il centro abitato; che nano particelle cancerogene, per forma e dimensione riconducibili soltanto all'attività militare, sono state rinvenute anche al seguito di analisi comunque criticate dal comitato tecnico di esperti. URANIO. Per esempio, quando sato dal poligono in presenza di una geologia del territorio complessa: in realtà, per il comitato tecnico di Onnis, era sbagliata la metodologia. Grave, secondo gli esperti, per esempio il fatto che i licheni, pur risultati contaminati da sostanze cancerogene, fossero stati lavati prima dell'analisi. ARPAS. Molto interessante l'intervento di Massimo Cappai del-l'Arpas. Ha certificato fonti di inquinamento elettromagnetico («non grave») nei pressi dell'abitato di Perdasdefogu dove gli esperti della Nato avevano detto che tutto era a posto. E più in generale l'Arpas ha spiegato che l'inquinamento ambientale rilevato non può che derivare dal poligono, soprattutto considerando la natura dei suoli che la Sgs non aveva studiato. CONCLUSIONI. Onnis ha tirato le somme: «È un buon punto di partenza, che ha evidenziato la presenza di numerosi pericoli potenziali per la salute di animali e persone. Per valutarne il rischio concreto occorre anche un'indagine sanitaria mai effettuata». Perché per Onnis, non ha un valore epidemiologico la ricerca ovile per ovile effettuata dai veterinari delle Asl, IPIPTA 'vara Al pascolo tra i bersagli zione non è proprio rosea. Gli esperti, guidati da Antonio Onnis, ex manager delle Asl di Oristano e Lunarie, hanno impiegato quattro ore per illustrare il quadro ambientale dei 13 mila ettari usati dal 1956 per esercitazioni militari, test di armi e di oleodotti, per il brillamento di ordigni da smaltire. Per certi versi, la scoperta dell'acqua calda, cioè che il poligono inquina, ma è stato importante anche per i sindaci del territorio, per esponenti di Asl, per l'assessore alla Sanità Antonello la Nato attesta che non è stato trovato uranio impoverito, il gruppo di lavoro guidato da Onnis ha fatto presente che con il sistema adottato dalla Sgs era praticamente impossibile rinvenirlo. A trovarlo, per esempio, è stato un consulente della Procura di Lanusei, Massimo Zucchetti, nelle ossa di un agnello nato con due teste da genitori che pascolavano nel Salto di Quirra. Per la Sgs, poi, era impossibile stabilire l'inquinamento caucapaci di evidenziare che nelle stesse aziende dove erano state registrati aborti, malformazioni e fertilità anomali, dieci allevatori su diciotto si erano ammalati di tumore. Una fotografia che però più di qualunque altra immagine spiega quel che starebbe emergendo dall'inchiesta della magistratura di Lanusei: indagine aperta per disastro ambientale, omicidio plurimo, falso e detenzione e trasporti di armi illegali all'uranio impoverito.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive