LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
24 maggio 2011

MINISTERI A MILANO, LA RABBIA DEGLI STATALI - MINISTERIALI IN RIVOLTA: DA QUI NON CE NE ANDIAMO Corriere della Sera Roma

Corriere della Sera Roma di martedì 24 maggio 2011, pagina 3


MINISTERI A MILANO, LA RABBIA DEGLI STATALI - MINISTERIALI IN RIVOLTA: DA QUI NON CE NE ANDIAMO

di Foschi Paolo

________________________________________

Capitale & polemiche La proposta lanciata dalla Lega non trova consensi, la bocciatura è bipartisan Ministeri a Milano, la rabbia degli statali Dipendenti in coro: «È la solita sfuriata di Bossi, nessuno ci caccerà» La rabbia dei ministeriali è bipartisan. La proposta della Lega di Bossi di trasferire due dicasteri da Roma a Milano si scontra contro le proteste dei colletti bianchi della Capitale. Ieri mattina, al ritorno al lavoro dopo il lungo week-end di polemiche, i ministeriali si sono trovati a discutere dell'idea rilanciata per l'ennesima volta dal leader del Carroccio. «E' la solita provocazione, nessuno ci sposterà mai da qui», la reazione più diffusa. Ma c'è chi, pure fra gli elettori del centrodestra, se l'è presa con Alemanno e la Polverini: «Non è possibile restare alleati con chi ci offende così». A PAGINA 3 Paolo Foschi Ministeriali in rivolta: da qui non ce ne andiamo Coro di proteste contro il progetto di Bossi: «Assurdo, non ci possono mandare via» Il giorno della rabbia, «perché ci sentiamo presi in giro, umiliati, offesi». Ma anche il giorno della tranquillità, «perché tanto è la solita lite fra politici che cercano solo titoli al Tg, nessuno ci manderà mai via da Roma». Benvenuti fra i colletti bianchi statali all'indomani dell'ennesima sparata di Umberto Bossi: «Ber-lusconi ha già detto sì, due ministeri saranno spostati a Milano», ha annunciato domenica il leader del Carroccio, scatenando polemiche a non finire. Poi è arrivata la mediazione del premier Silvio Berlusconi: «A Milano solo qualche dipartimento». E oggi, dopo il lungo week-end di veleni della politica, i ministeriali della Capitale sono tornati al lavoro in un clima strano. «Lavoro qui da quasi 25 anni, si figuri se ho paura di essere trasferita a Milano - dice una signora entrando nella sede della Pubblica istruzione a Trastevere -. Ma provo una rabbia immensa: mio figlio è consigliere municipale del Pdl, a casa mia abbiamo sempre votato il Pdl. Adesso diciamo basta: non si può stare al governo con uno come Bossi che continua a offenderci a ogni occasione. Roma ladrona? E allora lui che ha piazzato il figlio, come si chiama il Trota?, alla Regione Lombardia a prendere un signor stipendio senza avere né arte né parte? Non prendiamo lezioni da questa gente. Alemanno se vuole ancora i nostri voti deve rompere con questi str... Non basta chiedere un incontro a Berlusconi. Ale - marino deve tagliare i ponti con chi ci tratta come se fossimo delle sanguisughe». La rabbia, almeno questa, è bipartisan. do, tappandomi un po' il naso, voto centrosinistra. Sono schifato quando leggo queste cose», dice Stefano, 35 anni, laurea in giurisprudenza, dipendente precario del ministero dell'Ambiente da sei anni attraverso una coop a meno di 800 euro al mese, sede di lavoro inizio di via Cristoforo Colombo. E aggiunge: d sindacalisti ci hanno spiegato che tecnicamente il trasferimento dei ministeri non è possibile in tempi brevi. Ma forse al signor Bossi qualcuno dovrebbe spiegare che fr ai romani ladroni c'è anche gente che per poche centinaia di euro al mese lavora 8-io ore al giorno». Anche davanti alla nuova sede del ministero della Salute, viale Giorgio Ribotta (a due passi dalle macerie del vecchio Velodromo del-l'Eur), rabbia e scetticismo sono gli stati d'animo prevalenti. dl trasferimento a Milano? Una trovata elettorale di quei buffoni della Lega. Non vale nemmeno la pena di stare a sentirli», taglia corto un signore sulla cinquantina, prima di infilarsi nel cancello del ministero. «È la solita caz... dei signori della politica», fa eco una giovane donna («Come mi chiamo? Non è importante, non voglio seccature al lavoro», si giustifica), «ma la cosa inaccettabile è che Alemanno e la Polverini quando serve vanno a braccetto con Bossi ma poi si *** fanno prendere a schiaffi in faccia senza reagire». Diverso l'atteggiamento fra i militari in servizio al ministero della Difesa, via XX Settembre. «Niente interviste, dobbiamo essere autorizzati», puntualizza subito un tenente dell'esercito uscendo dal portone. Poi aggiunge: dl trasferimento dei ministeri? Per noi niente di strano, siamo soldati, andiamo dove serve. E tutto sommato se lo facessero senza protestare tutti i dipendenti pubblici, l'amministrazione forse funzionerebbe meglio. Le frasi di Bossi? Siamo soldati, la politica non ci interessa».

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive