LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
20 maggio 2011

L'HOSPICE SARÀ CEDUTO CON LA RSA Cittadino di Lodi

Cittadino di Lodi di venerdì 20 maggio 2011, pagina 27


L'HOSPICE SARÀ CEDUTO CON LA RSA

di Vercellone Cristina

________________________________________

L'hospice sarà ceduto con la Rsa L'Asllo ha incluso nell'operazione dell'ex psichiatrico Anche l'hospice ceduto dall'Asl insieme alla Rsa di Codogno. Lo ha detto il direttore generale dell'Azienda sanitaria Claudio Gar-belli durante la riunione convocata con operatori e sindacati, per discutere della cessione dell'ex psichiatrico a un ente pubblico e lo ha ribadito il direttore sociale Giancarlo Iannello: «Abbiamo messo nel pacchetto della Rsa anche l'hospice - dice - per rendere più appetibile l'offerta. Sia il Valsasino che Santa Chiara hanno mostrato grande interesse». L'hospice, realizzato su due piani, che ha attualmente 10 posti letto, e un centro diurno da 20, completamente inutilizzato, verrà affidato in gestione insieme all'ex psichiatrico. L'intento dell'amministrazione sanitaria è di individuare un soggetto pubblico: l'Azienda per i servizi alla persona (Asp) Santa Chiara di Lodi, l'Asp Valsasino di San Colombano, il Consorzio lodigiano o l'Azienda speciale di Casale. «In pole position - dichiara il leader dell'Usb Gianfranco Bignamini, presente all'ultimo vertice -si colloca la casa di riposo Santa Chiara. Entro il prossimo autunno i lavori di ristrutturazione della Rsa da 57 posti saranno terminati e le attività potranno partire. La cessione però avverrà prima. Il personale verrà assunto per intero, anche quello attualmente precario. Abbiamo avuto la rassicurazione che anche le 38 degenti dell'ex psichiatrico non verranno trasferite al Fatebenefratelli (come aveva fatto, invece, l'ex amministrazione, ndr). Queste erano le cose che ci stavano a cuore, che la struttura restasse pubblica e che le anziane non venissero trasferite. Siamo soddisfatti delle rassicurazioni che ci hanno dato». La direttrice di Santa Chiara, che oggi visiterà la struttura, non si sbilancia: «Siamo ancora in fase di studio - dice Mariarosa Bruno - dobbiamo esaminare bene, poi deciderà il consiglio alla luce degli elementi acquisiti». Attualmente, la gestione dell'hospice è affidata all'Azzurra cooperativa, ma il contratto è in scadenza. La storia dell'hosplce è una specie di Odissea. La struttura del 700, adibita a psichiatrico femminile, venne ristrutturata ai tempi del direttore generale Andrea Belloli, su progetto dello studio Rozza-Tartaglia con un finanziamento di 2 miliardi e 900 milioni di lire, e accreditata tra 1998 e 2000 come struttura per i malati di Aids. I lavori terminarono nel 2002, ma l'Asl decise di convertirlo in hospice oncologico: i tumori, infatti, erano diventati la vera emergenza al posto dell'Aids. Il direttore generale successivo però Guido Brotch, nel 2003, lo fece diventare sede degli sportelli amministrativi della città. Finalmente libero dagli uffici, dopo le polemiche, tra 2006 e 2007, passò di mano alle cooperative il Veliero e Quadrifoglio. Adesso, con la fame di servizi per anziani presente sul territorio, quei posti, compresi i 20 attualmente inutilizzati, potrebbero essere una risorsa importante. «Per quanto riguarda il centro diurno - dice Iannello - vediamo se riusciremo a cederlo. Di fianco è presente un altro centro diurno per anziani funzionante. Due potrebbero essere troppi». Bignamini, ieri, intanto, non ha voluto perdersi l'occasione di replicare alle dichiarazioni del segretario della Funzione pubblica Cisl Mauro Tresoldi, il quale aveva manifestato soddisfazione per la cessione in ambito pubblico della Rsa: «Ci fa piacere che adesso la Cisl salga sul carro del vincitore, ma a tirarlo siamo stati noi, con le nostre battaglie - dice -. Farò girare un pullman scoperto per Lodi con i 3 segretari confederali, così possono festeggiare».

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive