LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
17 maggio 2011

"ITALIANI, TROPPE CARIE" BOCCIATI IN IGIENE DENTALE Repubblica Salute

Repubblica Salute di martedì 17 maggio 2011, pagina 35


"ITALIANI, TROPPE CARIE" BOCCIATI IN IGIENE DENTALE

di Messa Annamaria

________________________________________

"Italiani, troppe carie" bocciati in igiene dentale Otto bambini su dieci non usano lo spazzolino, mentre i190% dei giovani ha problemi ai denti. Ministero e Istat lanciano l'allarme: "Più controlli" ANNAMARIA MESSA ncora troppi italiani non sono attenti alla corretta igiene orale indispensabile per difendere i denti, prevenire danni dolorosi e costosi da curare. Se si parla di carie, si pensa subito ai bambini come a un'inevitabile malattia infantile, ma 8 bambini su 100 dichiarano di non lavarsi mai i denti, 43 su 100 li lavano solo una volta al giorno e, prima dei 6 anni, neanche 1 su 4 è stato dal dentista per un controllo. «La carie nel nostro Paese interessa individui di ogni età e la sua prevalenza aumenta con l'aumentare degli anni, dal 21,6 percento della popolazione all'età di 4-5 anni, fino a raggiungere quasi il 90 per cento a 25 anni. Nei giovani, in particolare, si manifesta più di qualsiasi altra malattia infettiva cronica», avvisa il ministero della Salute nel suo nuovo Quaderno dedicato all'odontoiatria, zeppo di dati e indicazioni per prevenire i tanti problemi che affliggono le nostre bocche per mancanza di attenzione.

Ancora in tanti non sappiamo lavarci i denti, non lo insegniamo ai nostri figli che, per difficoltà burocratiche, non li lavano neanche dopo il pasto a scuola. E così, si legge sul Quaderno ministeriale, circa un milione e mezzo di bambini italiani già prima dei 6 anni ha qualche dente cariato, 1 su3ha accumulo di placca batterica. Allarme rilanciato a Siena dal Collegio dei docenti di odontoiatria in congresso nazionale. «I denti da latte vanno curati. Altrimenti si raddoppia la probabilità di disturbi dentali successivi e si facilitano problemi di carie sui denti definitivi. In più, se manca troppo presto un dente da latte c'è un concreto rischio di un non perfetto allineamento dei denti definitivi e la necessità poi di un apparecchio ortodontico», ammonisceAntonellaPolimeni, presidente Collegio docenti odontoiatria, direttore Scienze odontostomatologi-che e maxillo-facciale, università La Sapienza, Roma. E aggiunge, «sarebbe auspicabile che la scuola pubblica trovasse un sistema per garantire l'igiene orale a esempio distribuendo spazzolini monouso, magari con l'aiuto dei genitori». Gli italiani perdono anche lo smalto dei loro denti per cattive abitudini (mordicchiare le unghie, il cappuccio della biro), non risciacquarsi la bocca con acqua dopo aver bevuto aranciate, bevande gassate (acide) o mangiato fragole e altri cibi altrettanto acidi e corrosivi dello smalto. I l progetto europeo EsCarCel sull'incidenza di usura e ipersensibilità dentale coinvolgerà in Italia 700 pazienti. Per identificare i fattori di rischio connessi all'usura dentale e costituire una rete di sorveglianza odontoiatrica. Il Quaderno si chiude con alcuni buoni propositi: «Favorire maggiore accesso ai servizi odontoiatrici poiché i dati Istat (2005) indicano che il 35,2% della popolazione italiana tra i 6 e i 10 anni non è sottoposto a cure odontostomatologiche; circa il 34,5% degli italiani non va dall'odontoiatra, mentre il 48% lofauna solavolta l'anno».

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive