LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
24 maggio 2011

IN ORDINE SPARSO SULLE VERIFICHE DEGLI ESENTI - VERIFICHE SUL REDDITO, OGNUNO FA PER SÉ Sole 24 Ore Sanita'

Sole 24 Ore Sanita' di martedì 24 maggio 2011, pagina 3


IN ORDINE SPARSO SULLE VERIFICHE DEGLI ESENTI - VERIFICHE SUL REDDITO, OGNUNO FA PER SÉ

di ...

________________________________________

Verifiche sul reddito, ognuno fa per sé orse la "quadra" l'hanno trovata in Friuli Venezia Giulia: l'adeguamento al decreto Bnmetta (Dm 11/12/2009 - "Verifica delle esenzioni, in base al reddito, dalla compartecipazione alla spesa sanitaria, tramite il supporto del Sistema tessera sanitaria") segue la logica di impattare il meno possibile sui cittadini e, allo stesso tempo, di gravare al minimo sui medici. Per quest' anno "di passaggio", infatti, la Regione prende atto dell'autocertificazione inserita nel tesserino che fino a oggi attestava l'esenzione; nel frattempo, i tecnici hanno provveduto a convertire i vecchi codici nel nuovo "linguaggio Mel", fatto proprio dal sistema informativo regionale. E a quest'ultimo basterà ai dottori collegarsi, da luglio, per trovare i nuovi codici da inserire nelle ricette; in alternativa, si potrà continuare a far riferimento al tesserino cartaceo aggiornato.

Essere dotate di un sistema informativo efficiente aiuta le Regioni: il Dm - che con la lotta all'evasione dovrebbe fruttare risparmi per oltre un miliardo - prevede infatti l'inserimento dei dati (depurati dai falsi esenti) nel sistema consultabile dal pc del medico e fornito dal sistema tessera sanitaria dell'agenzia delle Entrate, dal quale risulterà la condizione di esenzione del cittadino. In Lombardia, gli esenti sono stati già inseriti ed è al Sis che il Mmg da luglio attingerà nel compilare la ricetta Se l'esenzione non dovesse risultare, spetta all'Asl fornire l'attestazione al cittadino. Ma non ovunque fila tutto così liscio: in Campania, a esempio, regna il caos. Che una circolare di chiarimento è riuscita solo in parte a dissipare: il nuovo decreto è teoricamente entrato in vigore ma restano grandi difficoltà legate all'inserimento dei dati dei cittadini. Di fatto si continua a far ricorso all'autocertificazione. Per i medici poco cambia: da anni sono "costretti" a inserire i codici sulle ricette. Il problema, se mai, è a monte e sta nel trovare un metodo valido per scovare i "falsi". Ancora oggi ai dottori capita di inserire dati assurdi, come codici di esenzione di "disoccupati" 70enni. L'Emilia Romagna fa tendenza: seguita da Puglia, Toscana (che sperimenta a Pistoia per andare a regime a ottobre), Veneto (dopo un patto con la Fimmg regionale), Marche (doppio regime fino a fine giugno), V. d'Aosta, ha sgravato i Mmg, affidando alle Asl l'erogazione dei nuovi codici. Per il 2011 il Piemonte ha deciso di inviare a tutti gli assistiti inseriti nell'elenco ministeriale il certificato di esenzione da esibire al medico prescrittore, valido fino al 31 marzo 2012. L'Abruzzo ha coinvolto i Pira (se il cittadino non è in elenco), mentre Lazio, Molise e Basilicata vedono i medici in prima linea. Procedute in via di definizione a Trento, Bolzano, in Umbria, in Liguria, in Calabria e in Sardegna. In Sicilia si parte il prossimo anno, a transizione avvenuta dalla stima Isee al calcolo dell' esenzione sul reddito complessivo.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive