LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
21 maggio 2011

IL CODICE ROSSO DELLA SANITÀ Giorno - Carlino - Nazione

Giorno - Carlino - Nazione di venerdì 20 maggio 2011, pagina 17


IL CODICE ROSSO DELLA SANITÀ

di Bassini Mauro

________________________________________

IL COMMENTO IL CODICE ROSSO DELLA SANITÀ SAREBBE TUTTO più chiaro se il servizio pubblico di guardia medica fosse affidato a una cooperativa di facchini, o a cassintegrati della grande industria. A quel punto, il cittadino che telefona per un problema di salute si sentirebbe rispondere: «Che vuole da me? Mica sono un medico. Semmai vada al pronto soccorso». Il risultato non sarebbe molto diverso da quello attuale, a giudicare dalla valanga di proteste e segnalazioni che arrivano dai nostri lettori. Ma almeno il servizio costerebbe meno. Ci pensi, il ministro Ferruccio Fazio, visto che sta mettendo mano a una riforma, che qualcuno definisce epocale, dei servizi sanitari di soccorso immediato. Certo, non tutti i medici di guardia sono impreparati, arroganti. sbrigativi ed evasivi nei confronti dell'utenza, ma la popolarità del servizio non sembra al suo massimo storico. Fazio parte da una diagnosi impeccabile: i servizi di pronto soccorso sono allo stremo, con code interminabili e attese che arrivano a dieci ore. Occorre alleggerire i carichi, riversando i cosiddetti codici bianchi e verdi (i casi meno gravi) su altri terminali sanitari. Quali, non è ancora chiaro. Non solo la guardia medica, probabilmente. Forse anche altri «servizi di assistenza territoriale», come li definisce il ministero. Medici di famiglia? Ambulatori? O che cosa?

CHI DECIDE, e come, che un malato debba essere un codice bianco oppure rosso? In attesa di maggiore precisione, prendiamo atto che nelle intenzioni ministeriali sarà una n rma « a costo zero». Formula c preoccupa non poco medici e operatori: difficile tagliare le code ai pronto soccorso senza potenziare altri servizi, spendendo ovviamente quattrini. Comunque, l'intenzione del ministro è nobile, e questo gli va riconosciuto: tagliare le code è sempre un buon obiettivo. Fazio, per ora, ha iniziato dalle code dei cani Una sua ordinanza ha riammesso la discussa pratica, limitandola ad alcune categorie di cani da caccia. Con una coda imbarazzante: il coro di critiche sollevato dalla sua decisione ha già prodotto una nuova ordinanza che ha corretto quella precedente. Saranno i veterinari a decidere, caso per caso, se tagliare o no. Ora però sarebbe meglio passare al taglio di code più serie.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive