LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
30 maggio 2011

IL BATTERIO CHE SPAVENTA L'EUROPA - BATTERIO KILLER, CONTAGI IN TUTTA EUROPA Corriere della Sera

Corriere della Sera di lunedì 30 maggio 2011, pagina 19


IL BATTERIO CHE SPAVENTA L'EUROPA - BATTERIO KILLER, CONTAGI IN TUTTA EUROPA

di Rosaspina Elisabetta

________________________________________

 L'unico caso spagnolo di contagio da batterio E. coli è quello di un'atleta di Valladolid, Elena Espeso, colpita dalle conseguenze dell'infezione in piena maratona. Ad Amburgo, però, domenica scorsa. E non aveva mangiato cetrioli. Però sì, ammette, pomodori crudi. Ricoverata in Germania, ha già superato la fase acuta della diarrea emorragica che l'ha colta al 23esimo chilometro della corsa. Un campo agricolo di Alme-ria, nel sud della Spagna, continua a essere il principale indiziato come luogo d'origine dell'epidemia che sta tenendo in scacco l'Europa, con dieci morti per diarrea emorragica e insufficienza renale nell'area di Amburgo, dove altre 467 persone sono ricoverate con la stessa sindrome, e centinaia di altri casi sparsi nel nord della Germania, in Olanda, in Svizzera, in Svezia, in Gran Bretagna, nella Repubblica Ceca e in Austria. Sotto osservazione tre persone in Francia. Tutti i pazienti, tedeschi o no, hanno però in comune un passaggio, anche solo di pochi giorni, nella zona più colpita, attorno ad Amburgo. La tossina ha risparmiato, per ora, gli italiani e l'Italia. Il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha spiegato che il nostro Paese è in contatto con la Commissione europea e che «i Nas sono stati allertati per individuare eventuali arrivi di cetrioli contaminati». A ogni buon conto il Codacons chiede alle autorità sanitarie di chiudere le frontiere all'importazione di verdure dalla Spagna e dal resto d'Europa, promuovendo piuttosto il consumo nazionale. Sarebbe solamente una precauzione, perché non è stato finora individuato il punto della catena, dalla pianta al piatto, in cui la tossina killer è riuscita a introdursi nella partita di cetrioli, nati in Spagna e venduti in Germania, provocando in una settimana molte più infezioni da «Escherichia coli» di quante il Paese ne registri in un anno e mezzo. La «crisi del pepino» preoccupa le autorità spagnole più per le conseguenze economiche che per quelle sanitarie: zoo mila cetrioli sono già finiti al macero. Ma finché la ricostruzione del percorso della partita incriminata, dalle serre ecologiche di Almeria al mercato di Amburgo, non sarà stata esaminata in ogni suo singolo passaggio per capire quando e dove si è incrinato il dispositivo di controllo e si è verificata la contaminazione, i coltivatori spagnoli non si sentono più responsabili (o sospettabili) dei camionisti, dei magazzinieri, dei commercianti e di tutti gli altri intermediari che hanno maneggiato il carico. Da Almeria produttori e rivenditori minacciano di passare al contrattacco con cause milionarie se si dovesse accertare che il terreno, l'acqua per l'irrigazione e le altre strutture dell'azienda agricola sono «pulite» e scagionate: «In 24 ore ci è stato demolito il lavoro di 15 anni». In mancanza di certezze sul focolaio di partenza, la «crisi del cetriolo» e degli ortaggi in generale si è estesa a tutto il continente, Italia inclusa, frenando, se non addirittura bloccando, le esportazioni: la Germania non vuole saperne di frutta e verdura proveniente dall'estero e, secondo i dati della Coldiretti, si chiude così un mercato che rende solo all'Italia 46o milioni l'anno. Le analisi sui campioni prelevati nelle serre spagnole dovrebbero essere pronti per domani o dopodomani, mentre oggi a Berlino è previsto un vertice straordinario per esaminare i dati già a disposizione sull'emergenza sanitaria causata dal batterio. Parteciperanno rappresentanti del governo di Angela Merkel, degli Stati federati tedeschi e delle autorità sanitarie. La Spagna continua invece a ostentare tranquillità: il governo esclude che i colpevoli siano i coltivatori o i distributori andalusi, accusa le autorità tedesche di «irresponsabilità». Elisabetta Rosaspina *** L'infezione o II batterio L'Escherichia coli è un batteriocomune che vive nell'intestino di animali e uomini. i Molte varietà sono inoffensive, ma quella trovata nei cetrioli spagnoli rilascia una tossina che può essere pericolosa La situazione in Europa O Come si contrae Si contrae per via alimentare. Nel caso dei vegetali come i cetrioli spagnoli, la contaminazione è avvenuta a causa del contatto con acqua o escrementi di animali infetti O I sintomi Forti coliche addominali e diarrea con perdita di sangue. Nei casi più gravi si può verificare una sindrome emolitica-uremica che può causare un blocco renale I 10 vittime 1.(x)0 pe, sone i infette I casi sospetti Svezia 25 Danimarca ai 7 Gran BretagnaI 3 Austria I 2 C Olanda I i H Francia I 3 Svizzera I 2 Fonte: Centro europeo perla prevenzione e il controllo AGII effetti I germi penetrano nell'intestino, dove si moltiplicano e distruggono le cellule epiteliali. Quando la tossina entra nel sangue, può raggiungere reni e cervello e provocare lesioni. Il quadro clinico può degenerare fino alla morte

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive