LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
21 maggio 2011

I DISABILI: LO STATO CI HA DIMENTICATO Avvenire

Avvenire di venerdì 20 maggio 2011, pagina 14


I DISABILI: LO STATO CI HA DIMENTICATO

di Negrotti Enrico

________________________________________

Adesso i disabili e le loro famiglie non ne possono proprio più. Alle difficoltà che la vita riserva loro, continuano a sommarsi l'insensibilità della politica e le incoerenze degli amministratori locali: il risultato sono continui passi indietro nell'integrazione sociale e nell'assistenza. E la legislazione, che sulla carta è all'avanguardia, trova sempre minore corrispondenza nella realtà. Di qui la decisione diAnffas onlus (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) di proclamare uno stato di crisi nazionale: «Siamo decisi a portare la nostra protesta ai più alti livelli - sostiene il presidente nazionale Roberto Speziale -. E sebbene siamo sempre stati contrari a strumentalizzare i nostri figli, non escludiamo - come extrema ratio- di accompagnarli da sindaci, parlamentari e decisori politici per far vedere in quali enormi difficoltà si trovino a vivere le famiglie nell'indifferenza delle autorità». E delle difficoltà di accesso alle cure sanitarie da parte delle persone con disabilità si occuperà anche una consensus con -ference, giovedì prossimo a Padova, promossa dalle Fondazioni Zancan e Paideia. Lo «stato di crisi», sostiene l'Anffas onlus (in una mozione approvata nella recente assemblea nazionale di Rapallo), è frutto di campagne denigratorie mediatiche e politiche che trovano terreno fertile in una società che viene spinta verso individualismo e intolleranza; dei tagli operati dal governo ai fondi destinati alleolitiche sociali e alla non autosufficienza; dell'assenza di interventi normativi e programmatici nonostante l'approvazione della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità; dei programmi di verifiche per individuare i falsi invalidi, che creano disagi ai veri invalidi. «Le persone con disabilità e le loro famiglie - denuncia ancora Speziale - sono state lasciate sole dallo Stato e dalle istituzioni» e vedono «a rischio l'esigibilità dei propri diritti e servizi sempre più scarsi e più costosi a livello di compartecipazione». La mozione di Anffas richiede il ripristino delle risorse per il fondo nazionale sulle politiche sociali e il fondo nazionale sulla non autosufficienza; la revisione dei livelli essenziali di assistenza (i Lea, «che sono fermi al 2001, non più adeguati ai bisogni») e l'istituzione, mai awenuta, dei livelli essenziali delle prestazioni sociali; la predisposizione di indicazioni programmatiche pluriennali (»le ha fatte solo la Lombardia»); la revisione del sistema di accertamenti di invalidità civile («come prevede la le :e 328/2000, non basandosi sulla capacità lavorativa residua ma su criteri di funzionalità, come l'Icf, strumento adottato dall'Organizzazione mondiale della sanità»); infine l'adozione di criteri condivisi perla compartecipazione al costo dei servizi: «Ci sono disparità inaccettabili - sottolinea Speziali - tra Regioni e tra Comuni. E la riduzione dei fondi a disposizione porta a un aumento delle quote a carico dei parenti che diventa sempre più pesante. Fino al rischio, concretissimo, che le famiglie rinuncino ai percorsi riabilitativi». La protesta - istituendo unità di crisi a livello nazionale, regionale e locale - non si fermerà fino al ra ungimento di risultati concreti: «Sappiamo delle difficoltà economiche che il Paese sta vivendo, ma non possiamo accettare che ne debbano soffrire i diritti fondamentali delle persone con disabilità». Il presidente dell'Anfass, Speziale: servizi sempre più scarsi e costosi Non ce la facciamo più

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive