LEGGI SCARICA STAMPA

LEGGI SCARICA STAMPA
DOSSIER MEDICINA TERRITORIALE

LINK OECD RAPPORTO POLITICHE SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE

WHO/OMS : Global status report on noncommunicable diseases 2010

INSERIRE EMAIL X RICEVERE INDICE E POST GIORNALIERO

indice sintetico GIORNALIERO


BURL BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE LOMBARDIA LINK CONSULTAZIONE
24 maggio 2011

DA NORD A SUD, SI PAGA COSÌ Sole 24 Ore Sanita'

di martedì 24 maggio 2011, pagina 5


da nord a sud, si paga così

di ...

________________________________________

COMPARTECIPAZIONE/ Dal pronto soccorso alla specialistica: ecco tutte le tariffe Da Nord a Sud, si paga così Codici bianchi gratis in Basilicata - Visite e analisi più care in tre Regioni Le esenzioni "nazionali" per la specialistica ambulatoriale Patologie a onl he. Individuate dal Dm 329/1999, successivamente modificato dal Dm 2962001 e dal regolamento delle malattie rare (Dm 2792001) Malattie rare. Esenzioni previste dal Dm 2792001 Diagnosi precoce tumori. Prestazioni diagnostiche nell'ambito delle campagne di screening, mammografia, ogni due anni, a favore delle donne in età compresa tra 45 e 69 anni; Pap-test ogni tre anni, a favore delle donne tra 25 e 65 anni; colonscopia ogni cinque anni, a favore della popolazione di età superiore a 45 anni Invalidità. Sono esenti tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche per i casi di invalidità più gravi. Altrimenti sono esenti le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e altre prestazioni specialistiche correlate alla patologia invalidante Gravidanza. Il Dm IO settembre 1998 stabilisce che sono escluse dalla partecipazione al costo oltre alle visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche, le prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche necessarie e appropriate . Test Hiv ai sensi del Dm I febbraio 1991 Reddito (al sensi della legge 537/1993 e aste. snod.) L'appartenenza a una delle seguenti categorie dà diritto altersenzione: cittadini di età inferiore a sei anni e over 65 di nuclei familiari con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro; titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico; disoccupati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico; titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a carico, appartenenti a un nudeo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico Avanti che c'è un ticket per tutti. Anche per pronto soccorso e specialistica, oltre che per i farmaci (si veda articolo a pagina 2) la compartecipazione per i cittadini è d'obbligo. Ecco in sintesi la situazione Regione per Regione. Pronto soccorso.11 ticket per i codici bianchi è previsto ovunque a eccezione della Basilicata Alcune Regioni - Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, Trento, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Sicilia, Sardegna - prevedono l'applicazione della sola quota fissa di 25 euro indicata a livello nazionale, mentre a Bolzano e in Campania la quota balza a 50 euro. Altre Regioni - Bolzano, Veneto, Friuli, Liguria, Emilia, Toscana, Puglia, Calabria - prevedono, oltre al pagamento della quota fissa, anche la compartecipazione alla spesa per le eventuali prestazioni diagnostiche di laboratorio, strumentali o terapeutiche erogate insieme alla visita di pronto soccorso. In alcuni casi (Bolzano, Liguria, Toscana, Puglia, Calabria) sono previsti anche dei massimali (differenziati) del ticket o un tariffario per le singole prestazioni erogate, come in Friuli dove è stabilito il pagamento per le prestazioni nmprammate successive al mimo trattamento. Bolzano, Toscana e Sardegna prevedono il pagamento di una quota fissa, oltre che per i codici bianchi, anche " per gli accessi di pronto soccorso "giustificati" (non critici, non urgenti, codici verdi) non seguiti da ricovero. Specialistica. Tutte le Regioni prevedono la compartecipazione alla spesa e nella maggior parte dei casi viene adottato il sistema di esenzioni previsto a livello nazionale (si veda tabella a fianco) che però in alcuni casi è ampliato. L'importo massimo del ticket per ricetta è fissato a livello nazionale in misura pari a 36,15 euro. Importo modificato solo dalla Calabria (dove vale 45 euro), dalla Sardegna (46 euro) e dalla Campania, in cui è previsto il pagamento di una ulteriore quota fissa pari a IO euro. Limitatamente a specifiche prestazioni in Lazio, Campania, Molise sono previste ulteriori quote. Nel Veneto, con ima norma favorevole ai pazienti, il ticket è calcolato su un tariffario prece-, dentemente vigente, diverso da quello utilizzato ai fini della remo aerazione degli erogatori, non gravato dagli aumenti stabiliti tra il 2004 e il 2006.

AVVISI AI NAVIGANTI

in RUBRICHE in MATERIALI NOMINE DICEMBRE 2010

RACCOLTA DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA DAL n. 1087 AL N. 1131 - DELIBERE DI NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI DELLE ASL LOMBARDE, DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E DELL'AREU (12 M)



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 29 DICEMBRE

DELIBERAZIONE N. 1208 DEL 29.12.2010 "....RELAZIONE SEMESTRALE SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI SISS (LUGLIO – DICEMBRE 2010)"



LINK DELIBERE GIUNTA REGIONE LOMBARDIA 22/23 DICEMBRE


DELIBERAZIONE N. 1019 DEL 22.12.2010 - PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE “MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 30 DICEMBRE 2009, N. 33 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI SANITA’)



DELIBERAZIONE N. 1052 DEL 22.12.2010 - APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI DISCIPLINARE D’INCARICO PER L’AFFIDAMENTO A INFRASTRUTTURE S.P.A. DI INTERVENTO RELATIVO ALL’AZIENDA OSPEDALIERA “OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO”.




DELIBERAZIONE N. 1030 DEL 22.12.2010 -DETERMINAZIONI RELATIVE ALLA RETE REGIONALE DI PRENOTAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE – REVISIONE CORRISPETTIVI



DELIBERAZIONE N. 1045 DEL 22.12.2010 ALBO REGIONALE DEI DIRETTORI DI AZIENDE DI SERVIZI ALLA PERSONA TRIENNIO 2010/2013 DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. IX-216/2010



DELIBERAZIONE N. 1054 DEL 23.12.2010 - DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE LOMBARDA PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) DELIBERAZIONE N. 1085 DEL 23.12.2010 -PROTOCOLLO D’INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E GLI IRCCS PUBBLICI LOMBARDI PER LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEL CENTRO DI RICERCA SITO IN NERVIANO



21 DICEMBRE 2010

LINK GIUNTA REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. N. IX/1009 15.12.2010 - DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA D.G.R. N. IX/189 DEL 30.06.2010 RELATIVA ALL'AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEGLI IDONEI ALLA NOMINA DI DIRETTORE AMMINISTRATIVO, DIRETTORE SANITARIO E DIRETTORE SOCIALE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE........



LINK DGR 937 (REGOLE 2011)+ALLEGATO 6



LINK DGR 938 (NUOVA DELIBERA IDONEI ALLA NOMINA)



LINK DGR 965 (ADOZIONE PIANO REGIONALE DISABILITA')



LINK DGR 939 (PIANO REGIONALE EDUCAZIONE SANITARIA E ZOOFILA)



LINK DGR 898 (REQUISITI TECNOLOGICI E STRUTTURALI)


DOWNLOAD

DOWNLOAD
OMS EUROPA: Rapporto europeo prevenzione dei maltrattamenti dell'anziano

REGIONE LOMBARDIA

REGIONE LOMBARDIA
CLICCA su immagine X alcune informazioni sul diritto all'esenzione

Trends in maternal mortality: 1990 to 2008

WORLD ALZHEIMER'S DAY 21 SETTEMBRE 2011

Dossier Consiglio Regionale Lombardia Qualità delle azioni regionali di supporto alla famiglia da un punto di vista socio economico. Stato della legislazione regionale e prospettive